Come si riparte, un mondo diverso dopo il coronavirus: così cambieranno ristoranti, alberghi, bagni, negozi, teatri e musei

Le previsioni di 16 esperti intervistati dal Tirreno. La grande distribuzione punterà sulle consegne a domicilio. Gli stabilimenti balneari si ripensano come presidi socio-sanitari. Davanti ai negozi e ai bar comparirà un contapersone. Il teatro deve ridisegnare la platea. E per i musei si pensa alle visite "slow"