Tra i medici e gli infermieri isolati dalle loro famiglie: "Proteggo mio padre, proteggo i miei figli. Se li infettassi non me lo perdonerei"

Tra gli angeli di Cisanello, in prima linea contro il Covid-19, che hanno scelto di vivere in una palazzina a pochi metri dall'ospedale. Così è cambiata la loro quotidianità per proteggere gli affetti più cari, per metterli al riparo da ogni eventuale pericolo di contagio. E la sera una videochiamata è l'unico appuntamento con gli affetti del mondo esterno. Proprio come avviene per i malati di cui si prendono cura