La confessione che li incastra «Ho dato 200 euro per sveltire l’iter»