La Toscana nella morsa del maltempo. Allerta mareggiate. Danni e allagamenti

Auto si blocca nel cavalcavia allagato a San Romano di San Miniato, donna si salva. Allerta anche a Firenze

Decine di interventi dei vigili del fuoco in Toscana. E oltre al codice giallo già attivo per rischio maltempo su tutta la Toscana che resta fino alle 22 di stasera, domenica 3 novembre, la sala operativa della protezione civile della Regione ha emesso un codice arancione per mareggiate che scatta dalla mezzanotte di stasera fino alle ore 13 di domani lunedì 4 novembre e riguarda l'Arcipelago settentrionale (isole di Capraia e Gorgona) e la costa centrale. I mari sono previsti molto mossi a molto agitati a causa del vento forte da ponente. Inoltre, nella notte e per tutto domani codice giallo per vento "anche sull'Alto Mugello e i versanti emiliani dell'Appennino, che saranno colpiti da venti di ponente con forti raffiche, sia dai rinforzi di sud est che arriveranno nel pomeriggio".

Maltempo a Livorno, tutti gli aggiornamenti

La protezione civile di Livorno ha  diffuso l'allarme annunciando che sui viali a mare sono previste onde addirittura fino a 6 metri "se le previsioni meteo si realizzano - hanno detto i tecnici livornesi - non è mai accaduto". La protezione civile ha previsto la chiusura di due chilometri di lungomare, in via precauzionale. Al momento nessun provvedimento è stato preso sulle scuole livornesi: lunedì 4 saranno regolarmente aperte.

Nessun danno particolare e una sessantina le richieste di soccorso giunte principalmente per allagamenti e qualche smottamento in varie zone della provincia di Pisa e nell'area di Empoli. Nessuna persona risulta coinvolta. Le principali criticità, già tutte risolte, hanno riguardato Montopoli Valdarno, San Miniato, Calcinaia e Pontedera. La situazione  comunque è già tornata alla normalità. A Calcinaia una donna è rimasta bloccata con l'auto in un sottopasso allagato ma fortunatamente è riuscita a mettersi in salvo un attimo prima che l'auto fosse sommersa dall'acqua. 

Rimane nel sottopasso allagato nel Pisano, riesce a salvarsi

A Empoli i vigili del fuoco sono stati impegnati tutta la notte per tre interventi di vuotature di scantinati e cantine. A Fucecchio il Comune ha provveduto ad attivare squadre di protezione civile per sopperire alle richieste di intervento.

Anche a Firenze "Si consiglia prudenza alla guida, specialmente durante il transito nei sottopassi e sulla viabilità prossima al reticolo idraulico minore". E' quanto avvisa di fare la sala operativa della Protezione civile della Città  Metropolitana  in concomitanza con il codice giallo attivo "per transito di una perturbazione con piogge e temporali localmente di forte intensità su tutto il territorio metropolitano" fiorentino.

Una crepa si  è aperta su un ponte nel comune di Albiano Magra, località al confine tra la provincia della Spezia e quella di Massa Carrara. La crepa si è aperta a causa delle forti piogge. Sul posto sono intervenuti i tecnici Anas e i vigili del fuoco.Smottamenti si sono verificati nella provincia di Massa Carrara con la caduta di piante a Pontremoli e a Zeri. Sulla provinciale 66, la strada dei Due Santi è stata chiusa in entrambe le carreggiate.

Maggiori problemi in Liguria: frane, esondazioni e allagamenti soprattutto nel Levante Ligure dove, nel primissimo pomeriggio, l'allerta da arancione è  passata a rosso.  Sempre nello spezzino, ma nel comune di Maissana, una strada è stata interrotta da una grossa frana caduta pochi minuti fa.

A Piancastagnaio, Siena,  una copertura composta di pannelli coibentati  è stata completamente divelta dal vento e i pompieri sono intervenuti per la verifica e la messa in sicurezza. Al momento non risultano persone coinvolte. Sempre nella Toscana meridionale un forte temporale, accompagnato da forti raffiche di vento, ha fatto attivare la protezione civile di Manciano (Grosseto) per la caduta di una grossa pianta che ha completamente ostruito la strada dei Pianetti, che si collega alla Sr 74. La strada dei Pianetti stata chiusa al traffico.