E' morto il baritono Rolando Panerai

Nato il 17 ottobre 1924 a Campi Bisenzio è stato baritono di fama nazionale e internazionale per oltre 70 anni di carriera

Rolando Panerai  morto nella sua casa a Settignano, sulle colline di Firenze. Nato il 17 ottobre 1924 a Campi Bisenzio  è stato baritono di fama nazionale e internazionale per oltre 70 anni di carriera, durante i quali si è dedicato anche alla regia di opere teatrali. Cadetto del centro di avviamento lirico del teatro del Maggio musicale fiorentino, ha debuttato in teatri minori come quelli di Fiesole e Campi Bisenzio nel 1946, prima di arrivare l'anno successivo sul palco del teatro del Maggio. Tra le opere portate in scena negli anni '50 ci sono il "Werther" di Massenet, "La boheme" di Puccini, la "Carmen" di Bizet, il "Faust" di Gounod e il "Rigoletto" di Verdi di cui ha interpretato il protagonista. Oltre ai teatri italiani come la Scala di Milano, il San Carlo di Napoli, e il teatro dell'opera di Roma, Panerai si è esibito per molti anni all'estero: al Covent Garden di Londra, al Metropolitan di New York, al Staatsoper di Vienna, all'Opra di Parigi, e nei Festival di Salisburgo, Edimburgo ed Aix-en-Provence. Nel 1972 debuttò come regista teatrale dirigendo 'Il campanello' di Gaetano Donizetti.
Per festeggiare il suo 80esimo compleanno, nel 2004  è andato in scena una recita di 'Così fan tutte' di Mozart al teatro del Maggio. Tra i suoi "cavalli di battaglia" da baritono, il "Gianni Schicchi" di Puccini replicato tre volte tra il 1983 e il 1998. Negli anni Duemila ha interpretato Giorgio Germont ne 'La traviata' televisiva diretta da Zubin Mehta, che and in onda sulla Rai. In occasione del 90esimo compleanno di Panerai, l'Opera di Firenze ha organizzato una festa al Teatro Goldoni in suo onore portando in scena opere di Rossini, Verdi, Donizetti e Massenet. Nell'aprile 2019 ha diretto un allestimento di Gianni Schicchi al Carlo Felice di Genova.