Con l'auricolare al quiz per la patente: l'apparecchio resta incastrato nell'orecchio

Denunciato un indiano che si è presentato alla motorizzazione di Firenze con un turbante sulla testa per coprire l'apparecchio. La Polstrada lo accompagna di corsa all'ospedale di Careggi dove i medici riescono a estrarglielo

Un indiano di 39 anni è stato condotto d’urgenza dalla Polizia stradale di Firenze all’ospedale di Careggi poiché gli era rimasto incastrato nell’orecchio un auricolare che si era infilato per ricevere le risposte esatte da dare ai quiz per la patente. È successo martedì 30 luglio alla Motorizzazione di Firenze dove l’uomo, convinto di raggirare gli esaminatori, si era presentato munito anche di cellulare e trasmittente per inviare le immagini a un complice e ottenere le risposte giuste. Per non destare sospetti si era infilato l’auricolare nell’orecchio, coprendolo con un turbante, pensando che nessuno gli avrebbe chiesto di levarselo.

Ma ha fatto male i suoi calcoli ed è stato "sgamato" dai commissari d’esame. La squadra di polizia giudiziaria della Polstrada della Toscana lo ha dovuto accompagnare di corsa in ospedale perché l’auricolare era finito troppo in profondità nell’orecchio. Al pronto soccorso è stato visitato dal medico che, alla fine, è riuscito a estrargilelo.

L'indiano residente in provincia di Arezzo una volta dimesso è stato accompagnato in caserma, dove ha reso la sua confessione ai poliziotti che lo hanno denunciato, sequestrandogli telefono, auricolare e trasmittente. Ai quiz è stato bocciato e la Polstrada sta cercando di arrivare al complice.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi