FridaysforFuture, Demopolis: così il pensiero degli italiani sul cambiamento climatico

Sondaggio in occasione della manifestazione Friday for Future. Per il 58% degli italiani l’impegno sul clima dovrebbe essere prioritario e imprescindibile nell’agenda dei governi

In occasione della manifestazione Friday for Future, ispirata dalla giovane studentessa svedese Greta Thunberg, che si terrà venerdì 15 marzo in 150 Paesi del mondo, l’Istituto Demopolis ha verificato l’attenzione dell’opinione pubblica italiana: per il 58% degli italiani, l’impegno contro il cambiamento climatico dovrebbe essere prioritario e imprescindibile nell’agenda dei Governi. Per il 37% invece è una battaglia importante, ma da conciliare con le esigenze dello sviluppo economico. Per appena il 7% non si tratta di un impegno prioritario. 

“Interessanti – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – risultano le differenti posizioni in base alla collocazione politica degli intervistati”. L’impegno sul cambiamento climatico è ritenuto prioritario dal 67% degli elettori del Movimento 5 Stelle e dal 60% di chi vota il PD. Più bassa, al 45%, appare l’attenzione in merito degli elettori della Lega, che ribadiscono le esigenze prevalenti dello sviluppo economico. 

Nota informativa - Il sondaggio è stato effettuato dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, per il programma Otto e Mezzo dal 12 al 13 marzo 2019 su un campione stratificato di 1.500 intervistati, rappresentativo dell’universo della popolazione italiana maggiorenne. Supervisione della rilevazione demoscopica di Marco E. Tabacchi. Coordinamento di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone. Approfondimenti su: www.demopolis.it.

 

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi