Il crollo del Ponte Morandi e le elezioni del 4 marzo, le date che hanno segnato il 2018 per gli italiani

Un'immagine del Ponte Morandi dopo il crollo

Lo rivela un sondaggio Demopolis che ha analizzato gli ultimi 12 mesi nella memoria dei cittadini. Per oltre il 90% il disastro di Genova è il fatto più rilevante. E per l'80% il trionfo del M5S e la crescita della Lega

LIVORNO. Il crollo del Ponte Morandi ed il voto per le Politiche del 4 marzo sono i due eventi che hanno caratterizzato il 2018 secondo gli italiani: è quanto emerge dal sondaggio di fine anno realizzato dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, che ha analizzato gli ultimi 12 mesi nella memoria dei cittadini. 

Il grafico con gli indicatori sui fatti di cronaca più rilevanti per i cittadini intervistati

È il crollo del Ponte Morandi a Genova, nell’agosto scorso, l’evento che ha maggiormente colpito gli italiani nel 2018: lo indica il 92% dei cittadini. È uno dei dati che emerge dal sondaggio condotto dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, che ha analizzato gli ultimi 12 mesi nel ricordo degli italiani.  

Nella memoria collettiva restano impressi pure le alluvioni ed i dissesti idrogeologici delle scorse settimane. Tra i fatti di cronaca, quasi un italiano su due segnala la nuova escalation della droga con l’uccisione di Desirée a Roma, mentre il 41% cita la recente tragedia nella discoteca di Corinaldo.  

L’Istituto Demopolis ha sondato anche i fatti politici che hanno segnato, secondo l’opinione pubblica, il 2018 nel nostro Paese. “Per l’80% degli italiani - spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento - è stato il voto del 4 marzo con il successo del Movimento 5 Stelle e la crescita della Lega a caratterizzare l’anno politico appena trascorso; i due terzi indicano la successiva nascita dell’Esecutivo Conte, con la firma del Contratto di Governo Di Maio-Salvini. Per la maggioranza assoluta degli italiani – conclude Pietro Vento – gli ultimi 12 mesi saranno ricordati anche per il lungo braccio di ferro autunnale con l’UE sulla manovra economica e per i casi Acquarius e Diciotti, simbolo della chiusura dei porti italiani alle navi dei migranti”. Per 4 cittadini su 10 il 2018 è anche l’anno della crisi del PD e della Sinistra in Italia. 

Il grafico con gli indicatori sui fatti politici più rilevanti

Demopolis ha analizzato infine gli eventi che hanno caratterizzato, secondo l’opinione pubblica, il 2018 nel mondo. Tra i fatti internazionali, i due terzi segnalano la protesta dei Gilet gialli in Francia, il 62% il ritorno del terrorismo con l’attentato a Strasburgo e la morte del giovane reporter Antonio Megalizzi. Il 60% ricorda le scelte di Donald Trump e il suo incontro tra con Kim Jong-un. Il 2018 è stato anche un anno nero per la stampa: il 45% ricorda l’uccisione di Khashoggi e di molti altri giornalisti nel mondo. 

Nota informativa – L’indagine è stata condotta dall’Istituto Demopolis nel dicembre 2018 su un campione stratificato di 1.000 intervistati, rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne. Supervisione della rilevazione demoscopica del dicembre 2018 di Marco E. Tabacchi. Coordinamento di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone. Approfondimenti e metodologia su www.demopolis.it

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi