Maltempo, treni in tilt per il gelo: centinaia di passeggeri bloccati. Prolungata l'allerta - Video

L'arrivo dei passeggeri alla stazione di Livorno dopo una lunga odissea

Il convoglio Milano - Livorno partito nel tardo pomeriggio del 10 dicembre doveva arrivare in Toscana poco dopo le 21. A causa di problemi per il ghiaccio formatosi sulla linea, invece, è rimasto fermo per ore nella stazione di Berceto. Si segnalano allagamenti e frane in tutta la Toscana. Problemi nei collegamenti marittimi verso l'Isola d'Elba

L'ondata di maltempo che dal 10 dicembre sta imperversando sulla Toscana ha creato i primi grandi disagi. In particolare centinaia di persone che rientravano dal ponte festivo sono rimaste bloccate su almeno due linee ferroviare. I problemi maggiori si segnalano su due convogli partiti ieri: uno da Milano in direzione Livorno e l'altro che si muoveva da Pisa con destinazione finale Bergamo.

Le prime notizie di allagamenti e frane arrivano, invece, dalla provincia di Lucca dove la Provincia sta intervenendo insieme alla protezione civile anche per dei guasti elettrici. Le scuole, così come in mole altre zone della Toscana, sono chiuse. Ecco i primi aggiornamenti.

Maltempo, passeggeri del treno Milano - Livorno fermi per ore in mezzo alla neve

TRENI BLOCCATI E CENTINAIA DI PERSONE AL FREDDO

Il maltempo ha bloccato più di 400 passeggeri del treno 2219 partito da Milano alle 17.05 del 10 dicembre con destinazione Livorno centrale. Per cause ancora in corso di accertamento il convoglio è rimasto bloccato dalle 19 fino alle 4.35 alla stazione di Berceto, in provincia di Parma.

I volontari della protezione civile sono intervenuti, in mezzo al gelo dell’Appennino e sotto un’intensa pioggia, portando coperte e acqua per affrontare la notte. Sono state avvisate anche le forze dell’ordine e sl posto sono arrivati i carabinieri. Successivamente anche il maresciallo comandante della stazione.

Pontremoli, treno fermo per il ghiaccio: in 600 in attesa

Ancora fortemente rallentata la circolazione fra Prato e Pianoro (linea Bologna – Prato). Prosegue l’interruzione del traffico ferroviario fra Pontremoli e Fornovo, sulla linea Parma – La Spezia, dove sono stati attivati da Trenitalia autobus sostitutivi.

Problemi anche sui collegamenti dei traghetti tra Piombino e l'Isola d'Elba mentre risultano cancellazioni anche per quanto riguarda il porto di Livorno.

A bordo del treno Milano - Livorno rimasto bloccato a Berceto anche molti bambini

A bordo c’erano donne, bambini, intere famiglie e anche anziani. Non è stato possibile, per quanto verificato, organizzare pullman sostitutivi. Soltanto i passeggeri che dovevamo raggiungere le stazioni da Berceto fino ad Aulla sono saliti su un treno sostitutivo ma ormai nella tarda serata del 10 dicembre. Alla fine il convoglio ha raggiunto, grazie ad un locomotore a diesel, poco prima delle 8 e dopo circa 15 ore di odissea, la stazione di Livorno.

Alcuni passeggeri a bordo, però, hanno segnalato come il convoglio abbia "saltato" la fermata a Pisa centrale, costringendo molte persone una volta arrivate a Livorno e cercare una nuova coincidenza per tornare verso nord.

Ritardo di 3 ore per il treno 651 partito da Milano e diretto a Livorno

Altri disagi anche per altri 400 passeggeri del treno Pisa - Bergamo sempre del 10 dicembre, partiti alle 18.25 dalla Toscana e che per ora hanno atteso una coincidenza tra la stazione di Firenze e quella di Bologna con notevoli ritardi e disagi. Cancellazioni e ritardi sono segnalati in mattinata anche sulla linea Livorno-Firenze. Anche il treno 651 partito da Milano alle 6.10 non è arrivato alle 10.35 come previsto ma ha accumulato più di 3 ore di ritardo.

Il ritardo del treno 651 Milano - Livorno (foto Twitter Loris Elio Sardelli)

Altri disagi per il ghiaccio sui binari sono stati segnalati a Pontremoli, dove 600 persone sono rimaste bloccate per tre ore a Pontremoli. Il convoglio diretto a Fidenza delle 20 del 10 dicembre è ripartito solo alle 23.48.

QUI I DETTAGLI DEI DISAGI A PONTREMOLI

ALLERTA PROLUNGATA
 
È stata prolungata fino alle 13 di martedì 12 , l'allerta rossa per l'Alta Toscana per rischio idrogeologico e idraulico. Rimane arancione il livello di allerta per la Versilia e la parte dell'Ombrione pistoiese per rischio idrogeologico, vento e mareggiate. Scende invece al codice giallo la criticità per il resto della regione. Le aree dove il codice è più alto, si spiega dalla protezione civile regionale, sono Lunigiana, Apuane, Garfagnana, valle del Reno, parte inferiore del Serchio fino a Marina di Vecchiano. L'allerta è stata prolungata a seguito dell'ultimo bollettino meteo, in base al quale oggi proseguiranno le precipitazioni persistenti sui rilievi di Lunigiana, Garfagnana, Appennino pistoiese, in parte anche quello pratese e fiorentino.

PIOGGE E SMOTTAMENTI IN PROVINCIA DI LUCCA

La sala Operativa integrata provinciale di Protezione civile è aperta dalle 22 del 12 dicembre. Si segnalano alcuni piccoli smottamenti in Mediavalle del Serchio e Garfagnana, e qualche allagamento fronte strada nella Piana di Lucca. A causa dell'intensificazione del vento è caduta qualche pianta e in alcune zone del territorio si segnalano interruzioni di energia elettrica.

Il canale Fossanuova a Porcari in piena nella notte tra il 10 e l'11 dicembre

È stata istituito il senso unico alternato sulla strada provinciale 38 di Coreglia a causa di una frana in località Debbia. La strada è comunque percorribile. Si segnalano interruzioni di linea elettrica a media tensione nella frazione di Antraccoli (Lucca) e Porcari.Grazie al pronto intervento dei Vigili del Fuoco è stata riaperta la strada comunale di Pomezzana (Stazzema) che era interrotta per uno smottamento avvenuto in nottata.

QUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

FIUMI SOPRA IL LIVELLO DI GUARDIA IN PROVINCIA DI PRATO

L'Ombrone e il Bisenzio hanno superato il primo livello di guardia a causa delle piogge cadute ieri, 10 dicembre, e della neve che si è sciolta a causa del brusco innalzamento della temperatura. Lo segnala la protezione civile. Il gelo invece ha provocato un forte rallentamento della circolazione ferroviaria soprattutto nel tratto tra Prato e Vernio a partire dalle 5,30. Lo ha reso noto il gestore della rete Rfi (Rete ferroviaria italiana).

QUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

CEDE UNA SPONDA, SI SVUOTA IL LAGO DI MONTEPIANO

Sempre in provincia di Prato il maltempo ha provocato il cedimento dell'invaso si è abbassato di oltre un metro, l'acqua è confluita nel torrente Setta e ha ingrossato il livello del Bisenzio. Al momento non si segnalano danni a cose o persone.

QUI I DETTAGLI DEL CEDIMENTO DEL LAGO

SI ATTENDE LA PIENA DEL SERCHIO

Non ci sono problemi rilevanti per quanto riguarda la provincia di Pisa. Qualche problema in più nella zona di Altopascio/Orentano. Il livello del Serchio per ora a Vecchiano è sotto la soglia e nel pomeriggio dell'11 dicembre potrebbe risalire a seconda delle piogge. Piove anche sul bacino dell'Arno ma ancora non si hanno informazioni più precise sugli effetti delle piene.

QUI GLI AGGIORNAMENTI DELLA ZONA PISANA

ALBERI ABBATTUTI DAL VENTO A VINCI

Le piante sono crollate sulla rete elettrica provocando diversi balckout. Attivata una task-force di Enel. Intanto i Comuni chiudono anche tutti gli impianti sportivi di Empoli e Vinci, stop all'attività del Ciaf a Cerreto Guidi.

QUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULLA SITUAZIONE NELL'EMPOLESE

PROBLEMI NEI COLLEGAMENTI CON I TRAGHETTI

Interrotti dalla sera del 10 dicembre i collegamenti dei traghetti tra Piombino e l'Isola d'Elba. L'ultimo traghetto tra Piombino e Portoferraio, il Moby Niki è partito il 10 dicembre alle 18,55. A Livorno, dove dall'avvisatore marittimo confermano raffiche di vento in porto da 20-25 nodi con punte di 30, i lavori portuali hanno subito rallentamenti, mentre sul fronte traghetti è saltata la corsa per Capraia. Al momento risultano inoltre sei interventi dei vigili del fuoco per vento principalmente su Piombino e Portoferraio (alberi, persiane, tende pericolanti).

QUI I DETTAGLI DEI DISAGI ALL'ISOLA D'ELBA

Maltempo, la mareggiata a Livorno vista dalla terrazza Mascagni

CHIUSURA DELL'AURELIA A VIAREGGIO

Nella mattinata del 10 dicembre è stata chiusa la strada statale 1 Aurelia all'altezza dell'uscita di Viareggio. Sempre a Viareggio risulta allagato il sottopasso della stazione.

Il sottopasso allagato della stazione di Viareggio (Foto Paolo Lorenzi)

(notizia in aggiornamento)