La vittoria di Trump, lotta di classe al contrario

Clinton, più competente, è stata bocciata perché vista come parte dell'establishment che negli ultimi anni ha dispensato più sofferenze che speranze. Dietro c'è la rivolta contro gli effetti del dilagare della globalizzazione