Donna crocifissa: perizia psichiatrica per l'imputato

Riccardo Viti, in carcere per l'omicidio di una prostituta violentata e seviziata

E' un idraulico fiorentino di 55 anni accusato di aver violentato e seviziato fino ad ucciderla una prostituta di 26 anni

FIRENZE. Il gup di Firenze disporrà una perizia psichiatrica per Riccardo Viti, l'idraulico fiorentino di 55 anni accusato di aver violentato e seviziato fino ad ucciderla una prostituta di 26 anni, Andreea Cristina Zamfir, romena, trovata morta il 5 maggio 2014 sotto un cavalcavia della A1, alla periferia di Firenze, legata a una sbarra come se fosse crocifissa.

 

Andreea Cristina Zamfir, la vittima

L'obiettivo della perizia è stabilire se Viti sia capace di intendere e volere. Il gup ha quindi accolto la richiesta del difensore di Viti, l'avvocato Francesco Stefani, di giudicarlo con rito abbreviato ma condizionato, appunto, alla perizia psichiatrica.

L'esito dell'accertamento sarà decisivo per definire l'imputabilità o meno di Viti e la sua pericolosità sociale. Viti, che si trova in carcere, è accusato anche di altri cinque episodi di violenza e sevizie a prostitute avvenuti tra luglio 2011 e marzo 2014 a Firenze e a Calenzano.