Maltempo, la Toscana devastata dal forte vento. Muore nell'auto schiacciata da un masso

Un'auto devastata dalla caduta di un albero a Pistoia

Raffiche fino a 159 chilometri orari. Tragedia in provincia di Lucca: a pedere la vita un automobilista travolto da una grossa roccia. Enrico Rossi dichiara lo stato di emergenza. Tutti gli aggiornamenti

Un morto e 5 feriti a causa del maltempo in Toscana, flagellata nella notte tra il 4 e il 5 marzo da un forte vento che ha raggiunto raffiche fino a 159 km/h a Passo del Gioggo, nel Mugello. La vittima è un uomo di 41 anni, Sauro Tortelli: viaggiava su un'auto a Borgo a Mozzano, nel tratto fra Valdottavo e Rivangai, che è stata colpita da un masso (per approfondire). Tra i feriti anche due vigili del fuoco.

Danni in tutte le province - tra le situazioni più gravi quella di Pistoia, Prato e Lucca - e scuole chiuse in vari comuni, a Prato fino a lunedì. Più di un'amministrazione ha invitato i cittadini a restare a casa. Centinaia gli alberi caduti, circolazione in tilt, con traffico bloccato in A12 (www.autostrade.it), sulla Fi-Pi-Li e sull'E45, solo alle 16 ripresa la normalità all'aeroporto di Firenze, disagi per i treni con linee chiuse, stop traghetti per l'Elba e Capraia. Problemi anche per l'energia elettrica. Danni per milioni di euro al vivaismo pistoiese.

L'auto travolta dal masso in provincia di Lucca (foto by Vip)

IL PUNTO PROVINCIA PER PROVINCIA

QUI LUCCA. Tutto il territorio della Provincia di Lucca è stato investito da fortissime raffiche di vento che in alcuni casi (secondo le misurazioni dell'anemometro di Forte dei Marmi) hanno raggiunto valori di velocità di 125 Km/h. Le forti raffiche hanno causato centinaia di cadute alberi, sia lungo strade che sui versanti causando sugli stessi anche fenomeni di dissesto localizzato, si riscontra altresì la caduta di pali di servizi e danneggiamento di fabbricati (in particolare coperture) i comuni maggiormente colpiti risultano Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Seravezza e Capannori, in questi comuni risultano ingenti danni a privati, ma in generale risultano danni su tutta la Provincia. L'evento ha causato feriti ed un morto in conseguenza di una caduta massi.


Molte le criticità ancora in corso intorno alle ore 12: SR 439 Sarzanese Valdera: Viabilità chiusa per caduta alberi nel tratto compreso fra Maggiano ed il Passo Quiesa (Comune di Lucca). Riaperta a SUA in seguito a intervento della Provincia. Stato criticità: in via di conclusione;

  • SP 1 Lucca Camaiore: viabilità chiusa per caduta alberi nel tratto in corrispondenza attività Papeschi (Comune di Lucca). In corso intervento da parte della Provincia. Stato criticità: In corso.
  • SP 1 Lucca Camaiore: Viabilità chiusa per caduta alberi nel tratto fra Montemagno e Camaiore in vari punti. In corso intervento da parte della Provincia. Stato criticità: In corso.
  • SP31 di Montecarlo: Viabilità chiusa per caduta alberi in Loc. San Martino (Comune di Montecarlo). In corso intervento da parte della Provincia. Stato criticità: In corso.
  • SP34 dei Canipaletti: Viabilità chiusa per caduta alberi in Loc. Montramito (Comune di Massarosa) Stato criticità: In corso.
  • SP35 Villa Basilica: Viabilità chiusa per caduta alberi in Loc. La Botteghina (Comune di Villa Basilica). Stato criticità: In corso.
  • SP2 Lodovica: Caduta di un masso in loc. Rivangaio (Comune di Lucca), il masso ha interessato un veicolo in transito, il conducente risulta deceduto. La viabilità è chiusa tra Ponte Pari e Ponte a Moriano. Stato criticità: In corso. Comune di Lucca: Scuola elementare Ponte a Moriano: crollo di una porzione di copertura che ha interessato due passanti ferendoli, non risultano in pericolo di vita. Stato criticità: In corso. Comune di Camaiore: Risulta crollato traliccio alta tensione comune di Camaiore, Terna ed Enel sono avvisate per intervento Stato criticità: In corso.

RFI Linea ferroviaria Pisa La Spezia: Interrotta per caduta materiali su ferrovia a Pietrasanta. Stato criticità: In corso. Linea ferroviaria Viareggio Firenze: Interrotta tra Pistoia e Montale. Stato criticità: In corso. Viabilità Provincia
SR445 della Garfagnana: Chiusa per caduta alberi e materiale tra Ponte di campia e Castelnuovo, unica viabilità alternativa per Castelnuovo e la parte alta della garfagnana è la SP43 di monteperpoli che è rimasta interrotta per alcune ore ed è stata da poco riaperta a seguito di intervento della Provincia.Stato criticità: In corso.



ANAS: SS12 del Brennero: Chiusa in loc. Fabbriche di casabasciana (Bagni di Lucca) per caduta di una copertura di fabbricato. Stato criticità: In corso. SS1 Aurelia: Interrotta per caduta piante in prossimità dell'ospedale della Versilia Stato criticità: In corso. Viabilità Provincia. SP56 della Valfegana: Caduta piante interrotta tra Tereglio e Orrido di Botri. Stato criticità: In corso. Società Salt: A12 Genova Rosignano: Si sono verificati alcuni incidenti a causa del forte vento che hanno interessato mezzi pesanti. Tra Viareggio e Cararra è stato inibito il transito di mezzi tendonati e furgonati. Stato criticità: In corso.

QUI PRATO. Il vento che ha soffiato anche sulla provincia di Prato a più di cento chilometri all'ora si è portato via alcuni tetti: tra questi anche quello del Dagomari, scuola superiore della città. All'istituto alberghiero Datini invece alcuni alberi sono caduti all'interno del giardino. Situazione che si è ripetuta in altre scuole. Piante a terra anche in numerose strade (e su auto in sosta), con conseguenti ingorghi del traffico. A Prato città è stata disposta la chiusura delle scuole: scuole chiuse anche nel comune di Poggio a Caiano. La linea ferroviaria tra Pistoia e Prato è stata interrotta, mentre funziona non a pieno regime e con ritardi sul tratto da Prato e Firenze.

Non va meglio sull'autostrada: chiusa stamani l'uscita Prato Ovest e lungo colonne di auto a Prato Est e sulla declassata per i rami e gli alberti caduti a terra. Problemi anche nel funzionamento dei depuratori, a causa dei black out provocati dalla caduta di alcuni pali della luce: in particolare a Vernio, Vaiano e Cantagallo. Il vento ha provocato il crollo inoltre di trenta metri di vecchie mura, che ha costretto alla chiusura il distretto sanitario di Porta Leone. Sulla 325 per la Val di Bisenzio si segnala un albero a terra in località Foresta. Un albero è caduto sulla casa di cura di Villa Fiorita, reparto ortopedia. Nel comune di Vernio si segnalano, a macchia di leopardo, anche problemi sulle linee telefoniche e danni ai tetti di alcune scuole (la media Pertini e l'elementare di Mercatale e San Quirico), mentre a Seano, nel comune di Carmignano, la farmacia comunale è stata temporaneamente chiusa per via di alcune tegole in bilico sul tetto.

QUI PISTOIA. Dalle prime ore di giovedì 5 sono state segnalate molteplici criticità che hanno interessato a pubblica viabilità (interruzione del traffico parziale o totale), linee elettriche, telefoniche, gas, oltre ad edifici pubblici e privati danneggiati o in condizioni di sicurezza precarie. La Provincia ha attivato un raccordo operativo con VVFF, centrale 118, comando Corpo forestale dello Stato e con la Prefettura. Ci sono 70 tra volontari e operai forestali della Provincia all'opera per taglio alberi e altre piante cadute o pericolanti nei Comuni di Agliana, Pistoia, Quarrata, Pescia, Montecatini, Montale (per approfondire).

QUI GROSSETO. Attualmente sono chiuse le seguenti strade per intervento di rimozione piante: S.P. 108 "Polesine" in Loc. Bottegone; S.P. 89 "Peruzzo" al km 2+300 circa; neve su Monte Amiata a partire da quota 1.300 m. s.l.m. con interventi da parte di mezzi spazzaneve. Le strade sono percorribili con catene. Sono da segnalare danneggiamento agli infissi Liceo Statale Rosmini, danneggiamento avvolgibili al Liceo Scientifico di Grosseto, danneggiamento porzione di copertura dell'edificio della Polizia Provinciale di via Ambra, caduta di 6 alberi nella Cittadella dello Studente - limtazione accesso alle aree sottoposte a rischio per caduta di rami e piante. Per quanto riguarda i Comuni: il Comune di Castiglione della Pescaia segnala violenta tromba d'aria sul litorale marittimo, caduta di alberi su strade comunali - con viabilità interrotte; caduta alberi su S.P. 158 "Collacchie" in prossimità del Capoluogo; cornicioni rotti ed antenne cadute in alcuni edifici privati, caduta di pino secolare su S.P.158 "Collacchie" presso Loc. Roccamare con ostruzione di tutta la carreggiata (per approfondire).

Maltempo, grosso albero si abbatte su una casa: paura a Calcinaia

QUI PISA. Il vento forte ha creato numerosi disagi nel pisano soprattutto alla circolazione stradale. Lungo l’elenco di interruzioni stradali a causa della caduta di alberi: è chiuso il ramo di Pisa della Fi.Pi.Li., la Strada provinciale Vicarese (Comuni di Calcinaia e Vicopisano) è chiusa tra Calcinaia e Vicopisano, chiuse anche la SP Calcesana tra Calci, San Giuliano e Vicopisano, la SP di Lajatico tra lajatico e La sterza, e chiusi infine la SP Monteserra (Comune di Buti) e Viale D'Annunzio (Comune di Pisa). Si viaggia a senso unico alternato sulla SP di Peccioli tra Peccioli e Colline di Legoli, sulla SP Monte Vaso tra Chianni e Casciana Terme e sulla SP Poggiberna loc. Pomaia. Sono in corso sopralluoghi e interventi per ripristinare la circolazione. La caduta di alberi ha prodotto danni anche alle abitazioni dei comuni di Lari, Pontedera, Calcinaia, Ponsacco. (Per approfondire: Pisa- Pontedera)

Livorno, maltempo in città con vento a 130 all'ora

QUI LIVORNO. Difficile la situazione dei collegamenti marittimi con l'Arcipelago Toscano: le navi per l'isola di Capraia non sono partite; per l'isola d'Elba è partita stamani, giovedì 5, per e da Piombino una sola nave. Numerosi anche i disagi sulla viabilità stradale. A Livorno chiusa dalle 8 di stamani la carreggiata di via di Salviano nel tratto compreso tra via dei Pelaghi e via Costanza per la caduta di un cornicione da un condominio. Problemi anche per la caduta di due alberi in via delle Sorgenti. A Rosignano sono chiuse le seguenti strade per la caduta di alberi o per la presenza di alberi pericolanti: via dell'Acquabona , la SP 11a via del Vaiola (loc. Nibbiaia); a Vada è chiuso lo Stradone Belvedere. Nel Comune di Collesalvetti in loc. Nugola - Cimitero è chiusa la SP 2 La Cerreta, nel Comune di Castagneto C.cci sulla SP 39 - Vecchia Aurelia Km. 267 il tratto incrocio Ferruggini/il Bambolo è chiuso per caduta cipressi. Infine nel Comune di Cecina sono chiuse Via Ginori, Via della Macchia e Via Gorizia. Numerosi problemi anche alle utenze Enel della provincia, a Cecina difficoltà (in particolare in via Landi) per le linee telefoniche.

QUI MASSA-CARRARA. Alberi caduti e danni alle linee elettriche e telefoniche, questi secondo il report della sala operativa della protezione civile regionale i principali danni principali provocati dal forte vento nel territorio della Provincia di Massa-Carrara. Segnalati inoltre numerosi tetti scoperchiati, soprattutto nei Comuni di Carrara, Massa e Montignoso. A Fivizzano, invece, il forte vento ha gravemente danneggiato il Palazzetto dello Sport del Comune, divelgendo parte della copertura e causando lesioni alle pareti di tamponamento. Dalle ore 2.00 di giovedì 5 a causa delle forti raffiche di vento che hanno danneggiato in molti punti le linee aeree, circa 15.000 utenze sono rimaste senza elettricità. Ad ora risultano ancora a livello provinciale circa 6000 utenze prive di corrente elettrica e linea telefonica, di queste circa 4.000 nei Comuni della costa e 2.000 in Lunigiana.

Per intervenire e rimuovere gli alberi sono state temporaneamente interrotte al traffico le sp 4 'di Antona', sp 17 'di Posara', sp 35 'di Caprio', sp 39 'del Brattello', sp 52 'di Fontia', sp 73 'della Spolverina', sp 74 'del Lagastrello' ed sp 'del Rastrello'. Disagi e chiusure anche su molte strade comunali, in particolare in zona Ronchi, Poveromo e Cinquale. Per fronteggiare le difficoltà è stata attivata fino dalle ore 8,30 la sala opertaiva provinciale, integrata con personale di Prefettura, Provincia ed ENEL. I Comuni di Carrara, Fivizzano, Massa e Montignoso hanno attivato anche Centri operativi comunali. Scuole chiuse per tutta la giornata nei Comuni di Montignoso e Fivizzano.

Prato, il tempo abbatte uno spicchio di mura

QUI FIRENZE. Al Mugello, sull'Appennino, il vento ha toccato punte fin oltre 150 chilometri all'ora. I disagi sulla viabilità hanno interessato numerosi comuni della città metropolitana, in montagna e in pianura: Barberino di Mugello, Borgo S.Lorenzo, Scaperia e San Piero a Sieve, Firenzuola, Dicomano, Vicchio, Firenze, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino, Fiesole, Vaglia, San Casciano in Val diPesa, Londa, Rignano, Reggello, Lastra a Signa, Calenzano, Pelago e Montorsoli. Qualche albero è caduto su auto di passaggio o in sosta. In diversi comuni del territorio è stata segnalata anche la mancanza di corrente elettrica, conseguenza anche in questo caso di piante sradicate e cadute sulle linee aeree ma anche di sostegni rovinati a terra. Non si conoscono i tempi entro cui Enel riuscirà ad attivare il servizio. Per gli alberi caduti sono state temporaneamente chiuse la Strada regionale 65 della Futa da Montecarelli nel comune di Barberino di Mugello, la strada provinciale 85 di Vallombrosa, la Sp 107 di Legri e la Sp130 di Monte Morello. Il vento ha divelto anche diverse coperture in amianto. Sul passo della Consuma e della Raticosa si segnala neve.

QUI AREZZO. Nell'aretino il vento che ha soffiato per tutta la notte raggiungendo punte tra i 100 e 140 chilometri orari si è abbattuto sui tetti portandosi dietro alcuni camini e nei campi pali della luce. Come conseguenza si sono verificati black out elettrici in numerosi comuni e disagi su tutto il territorio. Danneggiate anche diverse coperture. In Valtiberina il vento ha creato inoltre disagi ai bus. Gli operai forestali sono da stamani all'opera per rimuovere le piante cadute a terra. Lungo l'elenco delle strade interrotte o percorribili a senso unico alternato per la caduta di alberi: la strada provinciale 310 del Bidente nel comune di Pratovecchio Stia (chiusa dopo il bivio per Papiano), la Sp 67 dell'Eremo a Poppi (chiusa dalla Montanina all'eremo di Camaldoli), la Sp 327 di Foiano a Civitella della Chiana (chiusa al km 1,5 dalla frazione di Pieve al Toppo), la Sp 26 dell'Esse a Monte San Savino (chiusa dal km 0 al km 2), la Sp 41 della Rassinata ad Arezzo (chiusa tra il km 3 e il km 5 dalla località Salceta-Sant'Agata per una voragine che si aperta nella carreggiata), la Sp 35 Val di Pierle a Cortona chiusa in loc. Pergo e la Sr 71 Umbro Casentinese a Cortona, transitabile a Camucia a senso unico alternato. Codice rosso per neve sulla E45, dove la polizia provinciale controlla chi è munito di catene e fa filtro.

FOTO: Qui Versilia- Qui Pisa- Qui Provincia di Pisa- Qui Lucca- Qui Livorno- Qui Prato- Qui Empolese Valdelsa- Qui Massa Carrara- Qui Maremma- Qui Elba- Qui Pistoia

ROSSI DICHIARA LO STATO D'EMERGENZA

"È un vero disastro, che ha colpito l'intera regione. Ingenti i danni, a partire dalle persone: una vittima in Lucchesia e una decina di feriti. Numerose le strade interrotte, insieme ad autostrade e linee ferroviarie bloccate. Danni incalcolabili agli edifici pubblici, privati e ai capannoni industriali. Attività agricole come il vivaismo messe letteralmente in ginocchio". Il presidente della Regione, Enrico Rossi, sintetizza così i drammatici effetti della bufera di vento che ha colpito grande parte della Toscana "Un vento così forte, con punte fino a 160km/h - prosegue - non si era mai registrato in Toscana. Ho già dichiarato lo stato di emergenza regionale. Ho informato della situazione il governo e sono in contatto con il sottosegretario Lotti. Dico subito che non mai stata nostra abitudine gridare al lupo, ma in questa occasione - conclude - per aiutare la Toscana ad uscire dall'emergenza abbiamo bisogno di un aiuto dallo Stato".

LINEE ELETTRICHE: 2000 UTENZE KO

Il fortissimo vento di burrasca che si è abbattuto sulla Toscana ha provocato centinaia di  caduta di piante, alberi ad alto fusto e rami sulle linee elettriche di media e bassa tensione in varie parti della regione. I danni maggiori - specificano da Enel - si registrano nelle province di Lucca, con particolare riferimento alla Garfagnana e alla Versilia, di Pistoia e di Massa. Problemi anche nel Casentino aretino e in alcune aree del territorio fiorentino, livornese e pisano.

"Enel, fin dall’allerta maltempo, ha allestito una task force che è al lavoro sul campo: altri rinforzi stanno arrivando dalle regioni limitrofe. In molti casi ci sono problemi di viabilità dovuti alla caduta di piante sulle strade. Enel è in costante contatto con le Istituzioni e con la Protezione Civile regionale con cui si stanno organizzando interventi nelle zone di difficile accessibilità". Per la segnalazione di eventuali nuovi disservizi, i clienti possono contattare il numero verde 803500. In caso di guasti già segnalati il numero verde fornisce una informazione automatica sul disservizio.

TRENI: DISAGI SULLA TIRRENICA

A causa del maltempo che sta interessando l'Italia occidentale, si registrano difficoltà lungo la linea ferroviaria "Tirrenica" e altre linee minori di Toscana e Liguria. Per la presenza di detriti sui binari la circolazione dei treni è sospesa tra le stazioni di Viareggio e Massa, sulla linea Pisa-La Spezia; tra Prato e Pistoia, lungo la linea Viareggio-Pistoia-Firenze; e tra Decimo Pescaglia e San Pietro, lungo la linea Lucca-Piazza al Serchio (Tutti gli aggiornamenti sul sito di Trenitalia)

LEGGI ANCHE Maltempo in Italia: un morto anche in Campania

LA DIRETTA TWITTER CON #ALLERTAMETEOTOS E @MUOVERSINTOSCANA