Donna crocifissa: spaccata lapide che la ricorda

Foto dal profilo Facebook dell'assessore Andrea Vannucci

Andreea Zamfir uccisa a Firenze; per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne le avrebbero dedicato una targa in un giardino pubblico alla periferia di Firenze. Ma i vandali hanno colpito, ancor prima
dell'inaugurazione

FIRENZE. Vandali hanno colpito, ancor prima dell'inaugurazione, la targa che intitola un giardino pubblico alla periferia di Firenze, dedicato alla memoria di Andreea Cristina Zamfir, la prostituta 26enne trovata morta crocifissa il 5 maggio 2014 sotto un cavalcavia a causa delle sevizie infertegli con sadismo dall'idraulico Riccardo Viti, condannato a 20 anni per omicidio volontario.

La cerimonia di inaugurazione - in programma proprio nella giornata internazionale contro la violenza verso le donne -   stata turbata dal gesto, compiuto da ignoti, che nella notte hanno spaccato la lapide in ricordo della giovane romena.  La targa, in marmo, era stata collocata nel giardino appena ieri pomeriggio (24 novembre). Il Comune ha presentato denuncia per danneggiamento. "Un atto inaccettabile, compiuto proprio nel giorno dedicato alla lotta contro la violenza sulle donne - ha commentato l'assessore alla toponomastica, Andrea Vannucci, che ha preso parte all'intitolazione insieme alla presidente del Consiglio comunale Caterina Biti - che condanniamo con rabbia e decisione. E confermiamo la necessit di proseguire, anche con gesti simbolici come l'intitolazione di oggi, nella costante opera di denuncia della violenza"