Tutti a Lucca volando su una scopa, arrivano i fan di Harry Potter

Il gioco del Quidditch in un’immagine del raduno dello scorso anno (foto Emanuela Corazziari)

Da giovedì 25 agosto a  lunedì 29 il maxi raduno degli appassionati del maghetto: attese quattromila persone

LUCCA. Il lancio delle lanterne in piazza Anfiteatro, i duelli di incantesimi sui baluardi delle Mura, i tornei di Quidditch sui prati che circondano la cinquecentesca fortificazione. E poi il Real Collegio – ex monastero diventato università ai primi del 1800, poi sede di scuole superiori e ora di eventi pubblici – che si trasforma nella scuola di magia e stregoneria più famosa del mondo. Benvenuti a “Back to Hogwarts”, il raduno nazionale che da domani a lunedì porterà a Lucca l'universo fantastico di Harry Potter. Lo organizza l'omonima associazione fiorentina, ormai specialista in queste manifestazioni e che, dopo Pisa lo scorso anno, questa volta ha scelto la città delle Mura per ricreare le fantastiche atmosfere di Hogwarts.

«Lucca ci è sembrata una sede magnifica – spiega Lia Pallone, veterana dell'associazione oltreché “preside” della scuola – perché è come trovarsi in una fiaba ancor prima di farla». A giudicare dalle adesioni, questa suggestione ha contagiato anche gli appassionati del maghetto, che arriveranno da tutta Italia. Gli organizzatori ne prevedono circa quattrocento. Oltre cento – provenienti dalle regioni più lontane – si sono già iscritti e soggiorneranno per l'intero periodo all’ostello San Frediano, anch’esso trasformato per l'occasione a tema; altri trenta pernotteranno in case private prese in affitto, mentre i restanti – per lo più di provenienza toscana – parteciperanno alle attività giornaliere.

L'età media va dai 22 ai 27 anni, ma non mancano adesioni da parte di fan più giovani e di adulti fino a 45 anni e addirittura oltre, a riprova dello straordinario appeal esercitato dalla favola creata dalla scrittrice inglese J.K. Rowling, che dei sette volumi della saga ha venduto più di 400 milioni di copie in tutto il mondo. E chissà quante ne venderà ancora. L'autrice ha infatti completato tre brevi racconti, disponibili su digitale, che verranno pubblicati il 6 settembre attraverso il sito Pottermore, l’editore digitale globale della Rowling. Poche settimane dopo, il 24 settembre, uscirà in italiano, poi, l'ottavo volume della serie, edito da Salani con il titolo “Harry Potter e la maledizione dell’erede”: ovviamente è già sommerso dalle prenotazioni.

In questo clima di attesa il raduno di Lucca si preannuncia carico di adrenalina. Del resto, gli organizzatori hanno pensato proprio a tutto per vivere e far vivere la magia di Hogwarts. «Per cinque giorni – dice la “preside”, appassionata potteriana ultrasessantenne con un passato lavorativo nelle politiche sociali – ci dimentichiamo del mondo esterno e viviamo immersi nelle lezioni, negli incantesimi, nella sfida tra le Case, il Quidditch, il Ballo del Ceppo e molto altro. Al punto che è difficile, alla fine, tornare alla realtà. Esperienza bella e indimenticabile non solo perché è un fantastico modo per divertirsi, ma anche per i suoi valori educativi: con Harry Potter i ragazzi imparano, tra l'altro, a stare insieme, a fare squadra, a rispettare gli altri, a conoscere se stessi, scoprendo le proprie virtù come i propri limiti».

L'appuntamento a Hogwarts-Real Collegio (piazza del Collegio, nel centro di Lucca) è alle 16 di domani. A quell'ora inizierà la Cerimonia di Smistamento, ossia l'assegnazione degli aspiranti maghi alle quattro Case, cioè le squadre: Serpeverde, Grifondoro, Tassorosso e Corvonero. Tutti dovranno essere in “divisa”: per i ragazzi pantalone scuro, camicia bianca e cravatta con i colori delle Case (blu, verde, giallo e rosso); per le ragazze stesso “dresscode”, con la gonna invece dei pantaloni. Niente mantello, date le temperature. Da quel momento in poi via alle attività.

Il venerdì si passa dal Magic Quiz alle lezioni di storia della magia e di divinazione fino ai duelli di incantesimi sulle Mura e al serale Ballo del Ceppo – dal quarto episodio di Harry Potter – dove maghetti e maghette potranno indossare il loro abito dei sogni. Il sabato sarà il giorno, tra l'altro, della sfida di Quidditch, il gioco con la palla a cavallo di manici di scopa, mentre la domenica inizierà con la lezione di Cura delle creature magiche, nel corso della quale veri zoologi porteranno in teca alcuni esemplari di rettili e anfibi, tra cui un rarissimo axolot che in uno dei film dedicati alla saga ispirò “l'avvincino”, piccolo demone acquatico. La giornata si concluderà con lo spettacolare lancio delle lanterne in piazza Anfiteatro e quella conclusiva, lunedì, con gli esami finali e la proclamazione dei vincitori dei vari tornei. Il programma completo è sulla pagina Facebook “Harry Potter Back to Hogwarts”.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi