Le ragazze di Donnavventura aprono il Festival dell’andare

MASSA. Si apre oggi la seconda edizione del Festival dell'Andare - a proposito di viaggi e viaggiatori, in programma fino al 26 giugno sulla costa apuana. Il Festival è ideato e diretto da Francesco...

MASSA. Si apre oggi la seconda edizione del Festival dell'Andare - a proposito di viaggi e viaggiatori, in programma fino al 26 giugno sulla costa apuana.

Il Festival è ideato e diretto da Francesco Menconi ed è promosso ed organizzato da cinque imprenditrici locali che hanno deciso di aprire le porte delle loro strutture alla cultura, all'arte e all'intrattenimento trasformandole in palcoscenici per una notte. Dopo il grande successo dello scorso anno, la formula del Festival sarà la medesima: sei serate itineranti diffuse in sei location diverse ad abbracciare l'intero territorio apuano. Tra gli ospiti più attesi di quest'anno: il documentarista, esploratore, scrittore Folco Quilici e il giornalista e inviato di guerra Toni Capuozzo.

Si parte stasera alle 21,30 giovedì 9 giugno con le inviate di Donnavventura che a bordo del loro pick-up faranno tappa al Bagno Nettuno di Marina di Carrara per raccontare la storia di 25 anni di viaggi al femminile. Domenica 12 all'Hotel Villa Undulna a Cinquale, spazio alla musica con le raffinate sonorità dei Radiodervish che ci porteranno con le loro note a cavallo tra Oriente ed Occidente, tra sapori e volti che sanno di terre lontane.

Si viaggerà sul filo delle parole invece giovedì 16 con il fenomeno editoriale Federico Pace, giornalista e scrittore, a pochi giorni dall'uscita in libreria del nuovo libro La libertà viaggia in treno. Lo scrittore sarà ospite dell'Hotel Excelsior di Marina di Massa. Domenica 19 sarà la volta di una firma del giornalismo internazionale, Toni Capuozzo, che all'Hotel Nedy di Marina di Massa si racconterà nell'intervista Consumare le scarpe. Si continua giovedì 23 con l'antropologo Duccio Canestrini all'Hotel Eden di Cinquale che presenterà la conferenza-spettacolo Homo turisticus evolution. La chiusura del festival sarà affidata al grande Folco Quilici, domenica 26 giugno all'Hotel Villa Maremonti, con l'incontro L'avventura come mestiere. Le serate sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.