La Concordia va a Genova, così ha deciso il Consiglio dei ministri Amaro Rossi: "A Piombino meno rischi. Collaboreremo e vigileremo"

La fine di Piombino è stata decretata ufficialmente il 13 giugno quando il governo ha deciso che ad autorizzare il trasporto del relitto-rifiuto non sarebbe stata la provincia di Grosseto ma la capitaneria di porto di Livorno. Ora l''intera fase di rigalleggiamento durerà tra i 4 e i 5 giorni dunque è probabile che il 18 la Concordia sia pronta a lasciare per sempre il Giglio  - Il documento che esclude il porto di Piombino