Quei 32 morti, «un episodio spiacevolissimo»