Contenuto riservato agli abbonati

Prato, omicidio del broker di 33 anni: ci sono tre indagati

Il luogo dell’omicidio

La Direzione distrettuale antimafia ha chiuso le indagini sul delitto delle Sacca. Il principale sospettato vuole parlare

PRATO. A meno di un anno dal ritrovamento del cadavere di Yan Zongwei, cinese di 33 anni, in una fossa nella zona delle Sacca accanto all’ex Cicognini, la Direzione distrettuale antimafia ha depositato l’avviso di chiusura indagini nei confronti di tre persone, il presunto esecutore materiale dell’omicidio e due suoi complici, tutti cinesi.

Dong Jiwei, 31 anni, difeso da Tiziano Veltri e Luca Cianferoni, è accusato di omicidio e occultamento di cadavere. Ha chiesto di essere interrogato dal magistrato e oggi pomeriggio risponderà alle domande del sostituto Giuseppina Mione dal carcere della Dogaia, dove si trova dalla scorsa estate, prima con l’accusa di sequestro a scopo di estorsione, poi anche con quella più pesante di omicidio. Sarebbe stato lui a sferrare il colpo alla base del cranio che, secondo l’autopsia sui resti ormai in avanzato stato di decomposizione, hanno provocato la morte di Yan Zongwei. Quest’ultimo, secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri, si guadagnava da vivere facendo il broker abusivo. Trasferiva ingenti somme di denaro dall’Italia alla Cina per conto dei suoi connazionali e lì secondo gli inquirenti va cercato il movente del delitto. Un errore nei trasferimenti, oppure la disponibilità di tanti soldi che ha indotto qualcuno a rapirlo per farsene dare un po’. Prima di morire, quasi certamente il 26 aprile, l’ultimo giorno che lo hanno visto in vita, Yan Zongwei fu costretto a fare alcuni traferimenti dall’Italia alla Cina.


Gli altri due cinesi per i quali la direzione antimafia ha chiuso le indagini sono Lei Rongjiu, 30 anni, detenuto alla Dogaia per altri motivi, e Yang Wenming, 33 anni, latitante. Entrambi sono accusati di sequestro di persona a scopo di estorsione. All’esito dell’interrogatorio di Dong Jiwei, il magistrato deciderà sulla richiesta di rinvio a giudizio.