Contenuto riservato agli abbonati

Ok la visita al cantiere della Poli, nuova scuola pronta a settembre

Il cartello dei lavori all’ingresso della scuola Poli

L’ampliamento dell’edificio costerà alla fine un milione e 900mila euro. L’assessore Santi: «Intervento molto atteso, il Covid non lo ha fermato»

PRATO. Un intervento importante riguarda la scuola primaria “Laura Poli” in via Mauro Miliotti a Cafaggio. Si tratta dell’ampliamento dell’edificio scolastico, che a settembre sarà terminato e pronto per essere inaugurato con l’avvio del nuovo anno. Il progetto è di alcuni anni fa, l’importo totale dei lavori è di un milione e 900mila euro, in parte finanziati dal Ministero dell’educazione (per 700mila euro) e in parte dal Comune (un milione e 200mila euro).

La scuola è nata nel 2008 ma col numero crescente di bambini iscritti si era reso necessario l’ampliamento dell’immobile. Nella nuova palazzina, collegata alla scuola esistente, troveranno spazio, su due piani, quattro nuove aule, uno spazio per le attività motorie, due mense e un laboratorio. I lavori per la realizzazione della nuova struttura sono iniziati a febbraio dello scorso anno e, come detto, termineranno a settembre quando l’immobile potrà essere inaugurato.


Il nuovo edificio si era reso necessario per poter accogliere nuovi bambini e alleggerire il peso all’altra struttura visto il numero crescente di alunni. «Si aspettava da tempo l’ampliamento della scuola primaria ‘Poli’ – commenta l’assessore comunale all’istruzione Ilaria Santi – Lo stato di avanzamento dei lavori è a un passo importante, considerando che il cantiere è dovuto restare anche fermo a causa della pandemia e che c’è stato un aumento del costo del materiale stimabile fra il 15 e 25 per cento. Adesso la scuola si allarga così come richiesto dal territorio».

E’ soddisfatta anche la dirigente scolastica Gabriella Franco: «C’era la necessità di nuovi spazi – dice la preside – che presto saranno realtà. Anche perché la didattica è sempre più laboratoriale e si avvertiva l’esigenza di nuovi locali. E qui troverà spazio un nuovo laboratorio di robotica».

Attualmente la scuola conta poco meno di 300 alunni e intanto è stata approvata una delibera in consiglio di istituto per far sì che, una volta pronta la nuova palazzina, nel plesso “Laura Poli” trovi spazio una delle tre sezioni della scuola secondaria “Ivana Marcocci” di Fontanelle.

C’era anche il sindaco Matteo Biffoni al sopralluogo in via Miliotti, per vedere con i suoi occhi come sta andando avanti il cantiere. Il primo cittadino si è detto contento di come procedono i lavori. «Noi – ha sottolineato il sincaco – si investe molto nell’edilizia scolastica. Si cresce e si va in controtendenza rispetto ad altre realtà perché investiamo nel settore scuola. Qui siamo davanti ad un grande investimento che a settembre sarà pronto».

Per quanto riguarda il capitolo Covid e le classi in quarantena, l’assessore Ilaria Santi dice che c’è un vero e proprio labirinto per gli alunni ma anche per le famiglie e l’appello che rivolge al ministro è che vengano apportate revisioni per quanto riguarda le regole delle scuole primarie ma anche per i nidi e per l’infanzia, regole che sono diverse rispetto agli altri ordini di scuole. Alla scuola primaria, infatti, con due bambini positivi scatta la didattica a distanza per dieci giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA