Il ponte sull'Ombrone rimarrà a senso unico per chi arriva da Prato

Il sindaco di Poggio a Caiano Francesco Puggelli mostra i numeri del traffico

L’annuncio del sindaco di Poggio a Caiano dopo i lavori: "Ogni giorno 17.001 auto: bisognava fare qualcosa"

PRATO. Il ponte al Mulino sull’Ombrone, al confine tra Prato e Poggio a Caiano, riaprirà dopo sette mesi di chiusura per lavori di ristrutturazione, ma rimarrà a senso unico da Prato verso Poggio a Caiano. Lo ha annunciato lo stesso sindaco Francesco Puggelli con un videomessaggio nel quale giustifica la scelta «difficile e forse impopolare» coi volumi di traffico «impressionante» che affliggono da tempo il suo comune. Puggelli ha citato uno studio fatto realizzare tra il 2019 e il 2020 che, tra le altre cose, ha accertato il transito di 17.001 mezzi ogni giorno sulle strade di Poggio a Caiano. Il primo cittadino ha mostrato la cifra stampata su un foglio A4 e ha aggiunto che il 73% dei mezzi sono solo di passaggio a Poggio a Caiano, che «per molti è semplicemente un incrocio». «Questo significa inquinamento atmosferico e rumore – ha spiegato Puggelli – E di fronte a questi dati non si può non fare niente».

Dunque il ponte dovrebbe rimanere a senso unico, come lo è stato per gran parte degli ultimi sette mesi, e saranno a senso unico anche due delle principali strade del paese, via Vit torio Emanuele II in uscita e via Pratese in entrata. «Siamo consapevoli che questo provocherà alcuni piccoli disagi – ha aggiunto il sindaco – ma bisogna farlo». Puggelli si è detto disponibile a parlarne coi cittadini già sabato 11 dicembre alle 10,30 alla pasticceria Dolce Stil Novo di via Vittorio Emanuele per discutere le modifiche alla viabilità sulle quali il Comune sembra comunque avere le idee già abbastanza chiare.

Tre veicoli su quattro si limitano a passare da Poggio a Caiano ogni giorno senza fermarsi. Sono i conducenti di questi veicoli che dovranno sopportare i maggiori disagi dopo le modifiche alla viabilità del comune mediceo. Sono quelli che da sempre usano il ponte al Mulino per raggiungere il Montalbano da Prato e spesso andare oltre, soprattutto a Comeana e Signa ma anche sull’altro versante del monte, dunque verso Montelupo, Empoli, la superstrada Firenze-Pisa-Livorno. Non sono pochi, soprattutto d’estate, quelli che prendono la “scorciatoia” verso il Valdarno e il mare. Ora, tornando, dovranno fare il giro usando la “bretella” di Poggio, con un allungamento di tempi e distanze.