Giornalista molestata, Greta torna allo stadio e Commisso le chiede scusa

Greta Beccaglia al fianco di Rocco Commisso negli uffici dello stadio Artemio Franchi

Martedì 30 novembre con la troupe di Toscana Tv la giornalista pratese era al Franchi per la sfida dei Viola con la Sampdoria. Daspo di tre e due anni (e denuncia) ai due tifosi responsabili dell’aggressione

PRATO. Toscana Tv lo aveva detto fin da subito con un breve comunicato: «La nostra emittente conferma il proprio sostegno e la propria solidarietà a Greta Beccaglia. L'aspettiamo nei nostri studi quanto prima nel solco della positiva collaborazione svolta fino ad oggi. Quello che è accaduto è una molestia. Una cosa inaccettabile. Se Greta vorrà, saremo al suo fianco nella denuncia sporta e speriamo che quanto accaduto possa aiutare noi, il mondo dell'informazione e nella fattispecie il mondo del calcio parlato, a costruire un 'discorso' pubblico più rispettoso». E così è stato, Martedì 30 novembre Greta Beccaglia che lo scorso sabato 27 novembre era stata vittima di molestie da parte di almeno un paio di tifosi viola, al termine di Empoli -Fiorentina, è tornata a fare il suo mestiere all’esterno dell’Artemio Franchi in occasione di Fiorentina-Sampdoria.



Se lei è tornata al suo lavoro non altrettanto ha fatto il conduttore della trasmissione “A tutto Gol”, Giorgio Micheletti, additato come colui che non ha saputo comprendere quanto era accaduto e che con la sua frase, «Vai avanti, è tutta esperienza», avesse cercato di sorvolare sull’epsiodio.

«Abbiamo condiviso con il giornalista Giorgio Micheletti di concedergli l'opportunità di un momento di riflessione e di pausa professionale nella conduzione del format 'A Tutto Gol', al fine di chiarire lo svolgimento dei fatti riservandoci di valutare eventuali provvedimenti disciplinari», ha infatti chiarito Toscana Tv. Non è escluso che la carriera di Micheletti si chiuda qui con Toscana Tv visto che al 31 dicembre arriverà anche la soglia per la pensione.

Intanto la polizia ha identificato entrambi i tifosi responsabili delle molestie fisiche, al primo, Andrea Serrani di 45 anni, ristoratore di Chiaravalle (Ancona) è stato notificato un Daspo per tre anni. Al secondo, un quarantottenne della provincia di Firenze, è stato notificato un Daspo di due anni. E già da ieri per loro i tornelli dell’Artemio Franchi sono risultati invalicabili. Si sono aperte invece le porte principali per Greta Beccaglia che è stata ricevuta direttamente in Tribuna vip dal patron della Fiorentina, Rocco Commisso, che le ha chiesto scusa per il comportamento avuto dai due tifosi della Fiorentina.

«È stato molto carino e mi ha espresso tutta la sua solidarietà. Tornare allo stadio? Vorrei ricominciare subito a lavorare e tornare alla normalità», ha concluso la giornalista pratese.