Tamponi a tappeto agli studenti: metà delle famiglie ha aderito

I tamponi a Vaiano, sullo sfondo il sindaco Primo Bosi

A Vaiano sono ben 170 gli alunni in quarantena su una popolazione scolastica di 950. Trovato solo un positivo su 410 test. Oggi lo screening prosegue, scuole chiuse

VAIANO. Sono ben 170 su una popolazione scolastica di 950 i giovani di Vaiano che attualmente sono in quarantena a causa del Covid: o perché sono positivi o perché hanno avuto contatti con soggetti positivi. Ecco perché il Comune ha deciso di fare uno controllo a tappeto coi tamponi rapidi, uno screening al quale fino alle 18 di ieri, 29 novembre, avevano aderito 410 famiglie, più della metà del totale, considerando che i 170 in quarantena non lo possono fare. Di questi, solo uno è risultato positivo e dovrà essere confermato dal tampone molecolare. Nonostante il freddo e la pioggia decine e decine di genitori hanno accompagnato i loro figli che frequentano le scuole elementari e le medie inferiori nello spazio appositamente attrezzato dalla Pubblica Assistenza per l’esecuzione del test antigenico rapido.

«Oggi tutti hanno dimostrato un grande senso di responsabilità, a partire dai più piccoli e non posso che ringraziare – commenta il sindaco Primo Bosi – Rivolgo un appello a chi non è venuto, per scelta o perché impossibilitato, a utilizzare la giornata di lunedì (oggi per chi legge, ndr): il punto tamponi resterà aperto fino alle 18: sottoporsi al test è un gesto di amore per sé e per gli altri».

La decisione di procedere con lo screening di massa è stata condivisa dal sindaco con la dirigente dell’Istituto Bartolini, Alessandra Salvati, e con i rappresentanti dei genitori. La Asl Toscana centro ha subito sostenuto l’iniziativa. La parte organizzativa è stata seguita dal vicesindaco Marco Marchi mentre la Pubblica Assistenza, coordinata dal presidente Claudio Vaiani, ha messo a disposizione venti volontari che si alternano tra ieri e oggi e tre infermieri che con pazienza e grande capacità eseguono i tamponi.

Oggi, per consentire a tutti di sottoporsi ai tamponi rapidi, sarà attivata la didattica a distanza mentre resta sospesa quella in presenza nelle scuole materne, elementari e medie inferiori. Ieri sono rimasti chiusi parchi e giardini e sono state sospese tutte le attività sportive, culturali e ricreative che coinvolgevano i bambini e ragazzi fino ai 13 anni.

Lo screening prosegue dalle 8 alle 18, presso il punto tamponi della Pubblica Assistenza di via Braga. Possono presentarsi i ragazzi delle elementari e medie che ieri non hanno partecipato. Oggi l’attività è dedicata in particolare ai bambini delle materne e dei nidi sulla base della fascia d’età: età 0-1 dalle 8 alle 9.30, età 1-2 dalle 9.30 alle 10.30, età 2-3 dalle 9.30 alle 10,30, età 3-4 dalle 10.30 alle 13, età 4-5 dalle 13 alle 14.30 età 5-6 dalle 14,30 alle 16.