Aggressione ai dipendenti del bar, individuati e denunciati i responsabili

Prato, si tratta di tre giovani albanesi disoccupati che sono stati rintracciati dai carabinieri. Nei loro confronti potrebbe scattare il Daspo urbano

PRATO. I carabinieri hanno individuato e denunciato tre dei partecipanti all'aggressione nei confronti del titolare e di alcuni dipendenti del bar "In piazzetta", avvenuta lo scorso fine settimana al culmine di una rissa in piazzetta delle Bigonge. Si tratta di tre giovani albanesi tra i 26 e i 31 anni, tutti disoccupati e già conosciuti dalle forze dell'ordine.

Nel corso della rissa i tre avevano rovesciato i tavoli e uno di loro aveva lanciato uno sgabello contro un dipendente del bar provocandogli una ferita alla mano, oltre a creare scompiglio nel centro storico.

Le immagini dell’aggressione avevano fatto il giro del web, tanto da richiedere, spiega una nota dell'Arma, "un fermo intervento delle autorità cittadine e far lanciare un allarme generalizzato contro la movida che durante i week end invade il centro storico pratese".

Venerdì sera i carabinieri della Compagnia di Prato hanno individuato i responsabili dell'aggressione, che oltre a dover rispondere del reato di lesioni personali aggravate nei confronti del titolare dell’esercizio, saranno proposti al questore per l'irrogazione del Daspo urbano, una misura che li dovrebbe tenere lontani dal centro.

Gli stessi carabinieri annunciano che le forze dell'ordine aumenteranno la loro presenza nel centro storico durante i fine settimana, anche in borghese, per prevenire risse e aggressioni, spesso frutto dell'abuso di alcol.