Quattro operai senza permesso di soggiorno: arrestata una confezionista

Il fermo è scattato all'esito di un controllo dei carabinieri in un'azienda di via Pistoiese. Altri nove dipendenti hanno chiesto la sanatoria

PRATO. Una confezionista cinese di 25 anni è stata arrestata martedì 23 dai carabinieri con l'accusa di sfruttamento della manodopera clandestina. L'arresto è scattato all'esito di un controllo in una confezione nella zona di via Pistoiese, dove i militari hanno trovato al lavoro quattro operai senza permesso di soggiorno, che sono stati segnalati alla Procura.

All’interno del capannone, spiega una nota dell'Arma, c'erano anche altre nove persone tutte di nazionalità cinese, che seppur non ancora in regola con il permesso di soggiorno, avevano presentato domanda alle autorità competenti per sanare la loro permanenza sul territorio nazionale.