Avvocato perseguitato dalla donna con la quale aveva avuto una relazione

Lei ha 37 anni, lui 55: "Devi dire a tutti che noi stiamo insieme". E' accusata di atti persecutori ed estorsione

PRATO. "Devi dire a tutti che noi due stiamo insieme, altrimenti vengo lì e faccio un casino". Questo il tenore delle minacce di cui è stato oggetto un noto avvocato civilista pratese da parte di una giovane donna residente in provincia di Firenze con la quale aveva iniziato una relazione, che poi è diventata molto simile, anche se non così drammatica, alla trama del film "Attrazione fatale".

Lui ha 55 anni, lei 37 e ora la donna è chiamata a rispondere delle accuse di estorsione e atti persecutori. Sì, perché lui alla fine non ce l'ha fatta più e ha presentato querela. In questi giorni la Procura ha chiuso le indagini e si prepara a esercitare l'azione penale. La querela dell'avvocato risale al mese di maggio, quando ormai la situazione era diventata insostenibile, dice lui. La relazione era iniziata molto prima, ma si è complicata quando la giovane donna ha scoperto che l'avvocato aveva già una compagna e ha preteso di essere lei la prescelta. Lui ha fatto resistenza e lei, secondo le accuse, lo ha minacciato, anche di conseguenze fisiche, anche di mandare qualcuno a fargli del male. Fin qui lo stalking, cui si aggiunge l'accusa di estorsione, perché fin quando i due andavano d'amore e d'accordo, spesso l'avvocato dava dei soldi alla donna. Poi, quando la relazione è andata in crisi, sarebbe stata la donna a pretendere che i versamenti continuassero contro la volontà del legale. Tra i 700 e i mille euro al mese, che l'avvocato si sarebbe rassegnato a pagare pur di non far scoppiare uno scandalo.

Che però a un certo punto è arrivato quasi alla luce del sole (o meglio, della luna), una sera durante la quale la donna, violando il coprifuoco Covid, si è presentata sotto le finestre della casa dell'avvocato rendendo noto a tutto il quartiere che l'uomo aveva una relazione con lei.

A giugno, dopo i primi accertamenti, la donna è stata perquisita e nei suoi confronti è stato disposto un divieto di avvicinamento alla casa dell'avvocato e un divieto di comunicare con lui.