Daspo a due tifosi del Prato per le offese dopo la partita col Carpi

Il questore di Firenze ha vietato l'accesso agli impianti sportivi per tre e otto anni ai due sostenitori biancazzurri, uno dei quali recidivo

PRATO. Il questore di Firenze ha emesso due Daspo di 3 e di 8 anni per due tifosi del Prato protagonisti di comportamenti aggressivi ed offensivi nei confronti degli ultras del Carpi, fuori dallo stadio di Sesto Fiorentino dopo l'incontro di calcio del 6 ottobre Prato-Carpi valevole per il campionato di calcio di serie D, girone D.

L'episodio è successo mentre c'era il deflusso della tifoseria ospite. Due tifosi del Prato si sono avvicinati con modi aggressivi ed offensivi, inveendo nei confronti di un gruppetto di circa 25 ultras del Carpi, cercando in ogni modo il contatto fisico. La polizia di Stato si  schierata subito tra le due opposte fazioni impedendo il contatto e identificando i responsabili del gesto: si tratta di un uomo di 56 anni e di uno di 57, entrambi residenti a Prato nei cui confronti il questore ha emesso un Daspo elaborato dalla Divisione Polizia Anticrimine.

Tre anni sono andati al 56enne, mentre al 57enne sono stati irrogati 8 anni. Questo secondo tifoso è stato già destinatario in passato di analoghi provvedimenti Daspo mentre nella circostanza ha anche inveito contro gli agenti scalciando, strattonandoli e minacciandoli. Per tali motivi  stato denunciato anche per i reati di minacce e resistenza a pubblico ufficiale ed  stato emesso nei suoi confronti un provvedimento più severo dell'altro, della durata di 8 anni.