La maxi-famiglia della centenaria: otto figli e 42 tra nipoti e pronipoti

Maria Gaetana Cirillo col sindaco Simone Calamai

Maria Gaetana Cirillo festeggiata dal sindaco di Montemurlo. E' arrivata a Oste nel 1968 dopo aver lavorato anche come operaia alla costruzione di una ferrovia in Campania

MONTEMURLO. Maria Gaetana Cirillo ha festeggiato il 19 settembre i suoi cento anni e a celebrare quest'importante traguardo non è voluto mancare il sindaco Simone Calamai, che ha portato alla centenaria gli auguri dell'amministrazione comunale e di tutta la comunità. Come al solito il sindaco ha omaggiato la festeggiata con un mazzo di fiori e una pergamena celebrativa.

Per Maria Gaetana Cirillo forse l'elisir di lunga vita si chiama “famiglia”. La signora Cirillo, infatti, è la madre di otto figli, (uno purtroppo scomparso prematuramente) e la nonna e la bis-nonna di 42 tra nipoti e pro-nipoti. Una grande famiglia che ha regalato a Maria Gaetana una festa degna del traguardo dei cento anni. Insieme ai parenti c'era anche la dottoressa Manuela Agnolotti, il medico che segue la salute di Maria Gaetana e alla quale l'arzilla centenaria è particolarmente legata.

Maria Gaetana come tanti altri montemurlesi è originaria della Campania, di un paesino in provincia di Salerno che si chiama Rutino ed è arrivata con la famiglia a Oste nel lontano 1968. Maria Gaetana ha sempre lavorato in agricoltura e quindi come operaia alla costruzione della ferrovia al suo paese natale. Una volta giunta a Oste, raccontano i figli, Gaetana si è dedicata solo alla sua famiglia ed ha smesso solo pochi anni fa di preparare da mangiare per i suoi figli e i suoi nipoti, a cui ha dedicato tutta la sua vita. "Sono stato felice di aver festeggiato i cento anni di Maria Gaetana Cirillo, ma sono ancor più contento di vedere l'affetto la circonda. Il segreto di un'esistenza così lunga forse non è solo nei geni ma sta anche nell'affetto di una grande e bella famiglia" ha concluso il sindaco Calamai.