Muore a 58 anni storico tifoso del Prato

Paolo Franchi

Il funerale di Paolo Franchi si è svolto ieri a Viareggio  dove si era trasferito e gestiva un negozio con la moglie

PRATO. Nel febbraio scorso si era sentito male e aveva dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico, ma Paolo Franchi, 58 anni, è stato comunque vittima della malattia che l’aveva colpito. E nel tardo pomeriggio di martedì Franchi – che tutti gli amici chiamavano con il soprannome di “Sambuca”– è deceduto nella sua abitazione. L’uomo era originario di Prato, così come la moglie Mirella Brozzi, ma da sedici anni la coppia si era trasferita a Viareggio, dove gestivano il negozio “Cannabis Store Amsterdam Viareggio”. La nonna di Franchi, Fernanda Ricci, aveva gestito il bar “Il Luccio”, in via di Montramito.

Lui era tifosissimo dell’Inter e del Prato, tanto da essere stato tra i fondatori del gruppo storico dei tifosi “Orgasmo Cardato” negli anni d’oro della società gestita dalla famiglia Toccafondi.


Franchi faceva parte della società Futsal Entertainment di Lido di Camaiore, che organizza eventi e fra questi anche tornei di Calcio a 5. Appresa la notizia della sua scomparsa sulla pagina Facebook della società gli amici hanno scritto un loro ricordo: «Caro Sambuca, sì perché così ti chiamavamo noi, siamo tutti quanti tremendamente scioccati e addolorati dalla notizia. Se ne va un nostro ex giudice sportivo, un grande mister, o meglio di tutto ciò che abbiamo citato, un grande amico. Non ci scorderemo mai le tue uscite, le tue risate, il tuo dialetto, il tuo modo di vivere, il nostro pensiero va alla Miri e alle bimbe che hai lasciato. Non ti scorderemo mai. Proteggici tutti quanti da lassù. Ciao, Paolo!».

La moglie Mirella, al telefono con Il Tirreno, si sofferma sulla passione del marito per il calcio: «È stato allenatore, ma ha anche arbitrato nel corso dei tornei che organizzavano. Poi, da quando si è sentito male ha dovuto abbandonare tutto. Se ne è andato quasi aspettando che le nostre figlie, Jessica e Sara, venissero a trovarlo a casa martedì intorno alle 18. Dopo circa mezz’ora dal loro arrivo, in tutta serenità ci ha lasciato. È stato come se ci fossimo dati un appuntamento per essere tutti assieme in questo momento». Paolo Franchi è stato anche un confratello della Misericordia a Prato, e oggi alcuni rappresentanti dell’associazione di volontariato saranno presenti al funerale. Un ringraziamento particolare da parte della signora Mirella va all’Ospedale Versilia: «Al Pronto soccorso, ai reparti di pneumologia, alta intensità, oncologia, ai medici e agli infermieri delle cure palliative. Voglio ringraziare poi le nostre “bimbe”, Jessica e Sara e i loro compagni Matteo e Andrea che mio marito considerava come nostri figli, e tutti coloro che ci sono stati vicino». Il funerale è fissato oggi alle 16 nella chiesa di Santa Rita al Campo d’Aviazione a Viareggio.