Covid, continuano a crescere i nuovi casi a Prato

La Regione segnala 71 contagiati nei sette comuni e nessuna vittima dell'epidemia. Salgono i ricoveri

PRATO. Continuano a crescere i nuovi casi di positività al coronavirus in provincia di Prato. Il bollettino quotidiano della Regione sull'epidemia ne segnala 71 nelle ultime 24 ore, rispetto ai 55 del giorno precedente. Il totale sale dunque a 23.227 mentre quello dei decessi resta fermo a 602, ormai da quasi un mese.

In Toscana sono 641 i nuovi casi, in calo rispetto al giorno prima, su 8.325 tamponi molecolari e 7.377 tamponi antigenici rapidi fatti, con una percentuale di positività sulle prime diagnosi del 9,3%.

Salgono dunque a 6.972, +8,2 per cento rispetto a ieri, le persone in questo momento positive al virus nella regione. Crescono anche i ricoverati in ospedale: 154 (tredici in più rispetto a ieri, più 9,2 per cento), di cui 17 si trovano in terapia intensiva (cresciuti di tre nelle ventiquattro ore, più 21,4 per cento). Si registra un decesso, un uomo di 68 anni in provincia di Massa Carrara.

L'età media è di circa 31 anni: il 29 per cento ha meno di 20 anni, il 41 per cento tra 20 e 39, il 22 per cento tra 40 e 59, il 7 per cento tra 60 e 79 e solo l’1 per cento ottanta o più.

Con gli ultimi casi salgono a 69.903  i positivi, dall’inizio dell’emergenza, segnalati fino ad oggi nei territori della città metropolitana di Firenze  (192 in più rispetto a ieri), 23.227 a Prato (71 in più), 23.526 a Pistoia (45 in più), 13.619 a Massa  Carrara (19 in più), 25.831 a Lucca (79 in più), 29.986 a Pisa (88 in più), 18.080 a Livorno (72 in più), 23.365 ad Arezzo (33 in più), 14.316 a Siena (24 in più), 9.565 a Grosseto (18 in più).

La Toscana si trova al dodicesimo posto in Italia come numerosità di casi complessivi dall’inizio della pandemia (tra residenti e non residenti), con circa 6.669 casi ogni 100 mila abitanti (la media italiana è 7.330, dato di ieri). La provincia di notifica con il tasso più alto rimane Prato (con 9.071 casi ogni 100 mila abitanti), seguita da Pistoia (8.090) e Pisa (7.201) che nell’ultimo mese ha scavalcato Massa Carrara. La più bassa concentrazione si conferma a Grosseto (con un tasso di 4.377).