La comandante fuori servizio blocca un uomo violento

Ernesta Tommassetti, attuale comandante della Polizia municipale di Pistoia

Ernesta Tomassetti, a capo della municipale di Pistoia, era con l’auto in via Firenze a Prato. «Lui teneva una donna per i polsi schiacciandola contro il muro». Poi è arrivata la polizia

PRATO. Un uomo tiene una donna per i polsi, la schiaccia contro il muro. Lei si spaventa e riesce a divincolarsi e a scappare. Lui la raggiunge e la spinge nuovamente contro il muro immobilizzandola. Sembra la trama di un serial, ma è la scena alla quale ha assistito Ernesta Tomassetti. Lei è da qualche tempo comandante della polizia municipale di Pistoia, ma è pratese e fino a poco tempo fa era in forze al comando di piazza Maccelli. Nel tardo pomeriggio di domenica 9, fuori servizio, si trovava a passare con la propria da via Firenze, nel tratto fra lo stadio e i giardini lungo il Bisenzio. Senso del dovere, spirito di servizio e solidarietà femminile l’hanno subito convinta a non ignorare quanto stesse accadendo: forse un litigio fra due fidanzati, forse non sarebbe accaduto nulla ma quei pochi gesti sono bastati a non trascurare nessuna eventualità.

«Erano le 19 circa – racconta Tomassetti – e mi stavo dirigendo da Ponte Petrino verso la stazione. Quando sono giunta all’altezza dello stadio ho notato questo uomo giovane, neanche 30 anni a occhio, che con entrambe le mani teneva una donna per i polsi schiacciandola con tutto il suo corpo contro il muro dello stadio. La donna, spaventata è riuscita dapprima a divincolarsi. A quel punto ho fatto inversione di marcia, mi sono fermata davanti ai giardini dove c’era un passante a cui ho chiesto di chiamare subito il 112. Poi ho attraversato e ho diviso la coppia, ho subito separato la donna, poi ho intimato all’uomo di lasciarla stare e allontanarsi da lei. Poi ho parlato con calma anche con lui per evitare che si allontanasse in attesa delle volanti. Quando sono arrivate, insieme a una poliziotta abbiamo consigliato la ragazza. Non so niente che rapporti ci siano tra loro, sicuramente si conoscevano. La cosa certa è che il giovane ha usato violenza, maniere un po’ troppo forti qualunque sia il legame tra loro, e lei ha urlato impaurita».

È probabile che la ragazza si sia convinta a denunciare, ma fino a ieri dalla questura non è arrivata la conferma. Sicuramente potrò contare su diversi testimoni, a cominciare dalla comandante di Pistoia.