Morta in fabbrica, oggi il funerale di Luana: un minuto di silenzio in tutte le aziende

Luana D'Orazio

La raccomandazione di Confindustria a tutti gli associati. Per l'ultimo saluto alla giovane morta sul lavoro in una fabbrica di Oste ci saranno il presidente Giani e l'attrice Monica Guerritore

AGLIANA. Confindustria Toscana Nord raccomanda alle aziende associate del suo territorio di Lucca, Pistoia e Prato l'adesione, ove possibile, all'iniziativa di un minuto di silenzio da tenersi oggi, lunedì 11 alle 15 in coicidenza con i funerali di Luana D'Orazio che si svolgeranno nella chiesa parrocciale di Spedalino, nel comune di Agliana. Il minuto di silenzio, precisa Confindustria Toscana Nord, è indetto in concomitanza con le esequie della giovane morta una settimana fa sul lavoro in una fabbrica di Oste di Montemurlo ed è inteso dall'associazione come dedicato a tutte le vittime di incidenti sul lavoro.  

A celebrare le esequie sarà il vescovo di Pistoia Fausto Tardelli. La salma della giovane operaia sarà poi tumulata nel camposanto vicino alla chiesa. Sempre oggi, in occasione dei funerali, la Regione ha deciso di proclamare il lutto regionale. Tra i presenti non dovrebbero mancare il presidente della Regione Eugenio Giani e l'attrice Monica Guerritore, in rappresentanza del mondo dello spettacolo. La ventiduenne sognava di fare l’attrice dopo aver fatto la comparsa nel film “Se son rose” di Leonardo Pieraccioni. Guerritore ha contattato la mamma della ragazza, Emma Marrazzo e le ha scritto un messaggio di solidarietà.

La Diocesi di Pistoia fa sapere che "in previsione delle molte presenze, su indicazione e richiesta del vescovo, non sarà consentita la presenza di telecamere e riprese video all'interno della chiesa nel corso della celebrazione liturgica". Nella nota della Diocesi si spiega inoltre che la scelta si è resa necessaria "per garantire il regolare svolgimento della celebrazione in un clima di raccoglimento e preghiera, nel rispetto dei familiari e degli amici di Luana, per garantire l'osservanza dei protocolli anti contagio".