Ruba le grondaie di sei case: denunciato dai carabinieri

Le grondaie recuperate dai carabinieri

Si tratta di un tunisino di 35 anni che agiva a Carmignano. Individuato anche il responsabile di un furto di materiale edile in un cantiere a Vaiano

PRATO. Sono due le persone denunciate dai carabinieri nell’ambito di indagini condotte dai militari delle Stazioni di Carmignano e di Vaiano. Indagini che e hanno preso le mosse da una serie di segnalazioni da parte di  imprenditori che avevano lamentano ammanchi di materiale edile, fortunatamente non sempre rilevanti, asportati di notte da cantieri edili in attività. Così come è notorio che faccia gola il rame di cui sono composte le gronde di deflusso delle acque piovane presenti nelle abitazioni, soprattutto se in case isolate.

Proprio in seguito a queste segnalazioni i carabinieri, dopo accurate indagini, hanno denunciato due stranieri, un albanese di 43 anni e un tunisino di 35 anni che in circostanze non collegate tra loro avevano asportato, il primo una serie di longarine di ferro da un campo edile nel comune di Vaiano, mentre il secondo aveva saccheggiato in assenza dei proprietari tutte le gronde di almeno sei abitazioni isolate nel comune di Carmignano.

In entrambi i casi i carabinieri sono riusciti ad arrivare a loro grazie all’identificazione dei veicoli utilizzati per trasportare la refurtiva. Peraltro i responsabili non erano riusciti a passare del tutto inosservati durante le loro azioni e sono stati riconosciuti da alcuni testimoni che hanno fornito agli investigatori degli elementi di rintraccio, che successivamente riscontrati, hanno consentito la piena identificazione dei ladri.