Covid, altri 93 casi e 4 vittime. L'incidenza settimanale ancora a 302

La Toscana comincia a respirare con 644 nuovi contagiati ma la provincia di Prato resta quella più colpita in rapporto alla popolazione

PRATO. Si sperava in un'inversione di tendenza, ma anche oggi, 20 aprile, la provincia di Prato continua a essere quella, in Toscana, con la più alta incidenza giornaliera e settimanale di nuovi casi di coronavirus in rapporto alla popolazione. Sono 93 i nuovi contagiati nelle ultime 24 ore, che portano il totale dall'inizio della pandemia a 19.619, e l'incidenza settimanale resta ancora a livelli da zona rossa: 302 ogni centomila residenti. Ci sono anche quattro decessi, che portano il totale a 485 e ormai anche sul tasso di mortalità Prato ha raggiunto Firenze, con un indice di 188,7 ogni centomila residenti, seconda solo a Massa Carrara.

Questo accade nel giorno in cui la Toscana comincia a intravedere un calo nei contagi, che sono 644 su 11.269 tamponi molecolari e 11.762 tamponi antigenici rapidi e un tasso di positività sulle prime diagnosi del 9,3%. Gli attualmente positivi sono oggi 25.071, -2,5% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.822 (28 in meno rispetto a ieri), di cui 269 in terapia intensiva (4 in meno). In Toscana si registrano 28 nuovi decessi, 21 uomini e 7 donne con un'età media di 80,8 anni: 11 a Firenze, 4 a Prato, 1 a Pistoia, 3 a Lucca, 3 a Pisa, 2 a Livorno, 1 a Siena, 2 a Grosseto, 1 residente fuori Toscana.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 5.904 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 6.504 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 7.632 casi per 100.000 abitanti, Pistoia con 6.996, Pisa con 6.416, la più bassa Grosseto con 3.545.