Il Covid rallenta la curva: altre 3 vittime ma contagi dimezzati

Sono 49 i nuovi contagi, a fronte di un numero di tamponi effettuati analogo a quello di giovedì 26. Diminuiscono anche i ricoveri

PRATO. La buona notizia sul fronte dell'epidemia di coronavirus riguarda i nuovi contagi a Prato e provincia, che sono dimezzati rispetto a quelli di giovedì a fronte di un numero simile di tamponi effettuati: il bollettino della Regione segnala oggi 49 casi in più, col totale che passa a 8.834. La cattiva notizia, invece, è quella del numero delle vittime che continua a salire, seppure in modo minore rispetto al picco di 11 registrato giovedì: oggi ne vengono segnalati 3 e il totale passa così a 163 dall'inizio dell'epidemia. A livello regionale diminuiscono i ricoveri per Covid, soprattutto quelli nei reparti ordinari.

Le tre vittime di oggi sono tutti pratesi: un uomo di 81 anni, deceduto il 21 novembre all'ospedale Santo Stefano, ma la cui morte è stata comunicata soltanto oggi. Un altro pratese di 73 anni, deceduto oggi al Santo Stefano e una donna di 91 morta il 17 novembre nella casa di riposo La Melagrana. Quanto ai contagi, 28 sono riguardano residenti a Prato; Carmignano oggi ne conta 9 mentre Montemurlo 5. Gli altri nuovi positivi vengono segnalati a Vernio (3), Vaiano (2) e Poggio a Caiano (1).

In Toscana sono 1.117 i positivi in più rispetto a ieri (611 identificati in corso di tracciamento e 506 da attività di screening) su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 100.444 unità. I nuovi casi sono l’1,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 1.117 casi odierni è di 49 anni circa (l’11% ha meno di 20 anni, il 23% tra 20 e 39 anni, il 32% tra 40 e 59 anni, il 23% tra 60 e 79 anni, l’11% ha 80 anni o più).

I guariti crescono del 5,4% e raggiungono quota 51.397 (51,2% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.527.078, 15.081 in più rispetto a ieri, di cui il 7,4% positivo. Sono, invece, 6.247 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 17,9% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 3.263 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 46.531, -3,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.925 (68 in meno rispetto a ieri), di cui 278 in terapia intensiva (3 in meno).

Oggi si registrano 66 nuovi decessi: 34 uomini e 32 donne con un'età media di 85,1 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 25 a Firenze, 3 a Prato, 4 a Pistoia, 6 a Massa Carrara, 7 a Lucca, 6 a Pisa, 9 a Livorno, 1 a Arezzo, 3 a Siena, 1 a Grosseto, 1 residente fuori Toscana.

Alcuni dei decessi comunicati agli uffici della Regione nelle ultime 24 ore si riferiscono a morti avvenute nelle settimane scorse

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

Si ricorda che a partire dal 24/06/2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 28.293 i casi complessivi ad oggi a Firenze (279 in più rispetto a ieri), 8.834 a Prato (49 in più), 8.728 a Pistoia (109 in più), 6.290 a Massa (104 in più), 10.024 a Lucca (158 in più), 13.761 a Pisa (204 in più), 7.068 a Livorno (75 in più), 9.279 ad Arezzo (78 in più), 4.081 a Siena (22 in più), 3.531 a Grosseto (39 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.
Sono 437, quindi, i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro (somma delle province di Firenze, Prato, Pistoia), 541 nella Nord Ovest (Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno), 139 nella Sud est (Arezzo, Siena, Grosseto).

La Toscana si trova al 8° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.693 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 2.501 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 3.428 casi x100.000 abitanti, Pisa con 3.284, Massa Carrara con 3.228, la più bassa Siena con 1.527.

Complessivamente, 44.606 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (1.536 in meno rispetto a ieri, meno 3,3%). Sono 43.501 (2.433 in meno rispetto a ieri, meno 5,3%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 15.356, Nord Ovest 19.048, Sud Est 9.097).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.925 (68 in meno rispetto a ieri, meno 3,4%), 278 in terapia intensiva (3 in meno rispetto a ieri, meno 1,1%).

Le persone complessivamente guarite sono 51.397 (2.655 in più rispetto a ieri, più 5,4%): 2.234 persone clinicamente guarite (296 in meno rispetto a ieri, meno 11,7%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 49.163 (2.951 in più rispetto a ieri, più 6,4%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Sono 2.516 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 929 a Firenze, 163 a Prato, 190 a Pistoia, 285 a Massa Carrara, 245 a Lucca, 265 a Pisa, 169 a Livorno, 125 ad Arezzo, 68 a Siena, 53 a Grosseto, 24 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 67,5 x100.000 residenti contro il 87,6 x100.000 della media italiana (10° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (146,2 x100.000), Firenze (91,9 x100.000) e Pistoia (65,0 x100.000), il più basso a Grosseto (23,9 x100.000).