Trafficante pratese spaccia droga in Trentino: arrestato

In manette un albanese fermato dalla guardia di finanza con 12 chili di sostanza stupefacente destinata a un macedone

PRATO. Vasta operazione antidroga della Guardia di Finanza di Trento che ha sequestrato 14 chili di sostanza stupefacente (tra marijuana, cocaina e hashish), scoperto un vero e proprio laboratorio per il confezionamento dei panetti di droga e arrestato due persone, un albanese residente a Prato (fornitore) e un macedone (acquirente) residente a Trento. La droga sul mercato avrebbe fruttato oltre 400mila euro. L'operazione è scattata a seguito del comportamento anomalo del conducente di un furgone che per troppe volte aveva effettuato la stessa manovra nella zona di Trento sud. Il mezzo successivamente è stato affiancato da una potente autovettura condotta da un soggetto noto alle forze dell'ordine. Dopo aver notato un veloce scambio di merce, i finanzieri sono intervenuti bloccando i due soggetti che tentavano di dileguarsi. Sul posto sono stati rinvenuti 12 chili di droga e denaro in contante per oltre 9.000 euro. Dalla successiva perquisizione al garage in uso al cittadino macedone, sono stati recuperati ulteriori 3.000 euro sempre in contanti. La sorpresa si è avuta grazie al fiuto dei cani antidroga Apiol e Nabuco che ha permesso di individuare nel garage altra sostanza stupefacente - 1 chilo di cocaina, 700 grammi di hashish e 600 grammi di sostanza da taglio - e un laboratorio per il confezionamento della droga.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi