Positivi, escono dal Centro di accoglienza: inchiesta per epidemia colposa

Il presidio della polizia davanti al Centro di accoglienza (foto Batavia)

La polizia ha denunciato una quindicina di richiedenti asilo ospiti della struttura gestita dalla Coop 22 in via San Vincenzo

PRATO. Dovranno rispondere dell'accusa di epidemia colposa i richiedenti asilo ospiti del Centro di accoglienza gestito dalla Coop 22 in via San Vincenzo che nelle scorse settimane si sono allontanati dallo stabile del Santa Caterina pur essendo risultati positivi al coronavirus. Sono una quindicina, conferma la Procura, i richiedenti asilo che sono stati denunciati dalla Questura e dalla Prefettura perché trovati all'esterno della struttura, mentre avrebbero dovuto stare in isolamento, come era emerso nei giorni scorsi. La Procura ha dunque aperto un'inchiesta ipotizzando il reato di epidemia colposa. Da qualche giorno, quando le autorità si sono accorte del fenomeno, Questura e Prefettura hanno istituito un presidio fisso della polizia davanti al Centro di accoglienza per controllare le uscite dei richiedenti asilo.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi