Scopre di essere positiva al Covid e si getta dal terzo piano

Volontari della Misericordia (archivio)

Una donna di 83 anni anni è morta sul colpo. Si tratta del secondo suicidio nel giro di tre giorni a Prato

PRATO. Due giorni fa aveva scoperto di essere positiva al Covid e stamattina, 17 novembre, si è tolta la vita gettandosi dalla finestra dell'appartamento al terzo piano dove viveva da sola. La tragedia si è consumata poco dopo le 7, quando un passante ha visto il corpo della donna di 83 anni davanti a un condominio nella zona di Coiano. Sul posto, oltre all'ambulanza della Misericordia inviata dal 118, ha compiuto un sopralluogo anche la polizia, che ha avvertito il sostituto procuratore di turno. Il medico dell'ambulanza ha potuto soltanto constatare il decesso della donna, la cui salma è stata poi portata via dai servizi funebri dell'associazione. I poliziotti hanno raccolto una testimonianza, riferita al magistrato, secondo la quale la donna aveva scoperto solo da un paio di giorni di essere positiva al Covid. Questo potrebbe averla spinta a togliersi la vita, ma non ci sono certezze perché sembra che la donna non abbia lasciato alcun biglietto. E' stata soltanto trovata una piccola panca accanto alla finestra, che le è servita per superare il davanzale, ed è stata questa la circostanza che ha indotto il magistrato a liberare immediatamente la salma, avendo accertato che si è trattato di un gesto volontario.

E' il secondo suicidio di cui viene data notizia negli ultimi tre giorni. Sabato notte si era tolto la vita un uomo di 49 anni che si era gettato dal tetto della sua abitazione nella zona del Macrolotto zero, ma in quel caso non c'erano elementi per ipotizzare un legame con la pandemia. Ieri, lunedì 16, la polizia ha compiuto sopralluoghi per altri due decessi, una donna di 81 anni in via Fattori e un uomo di 50 anni in via Ferrara, ma si è trattato di morti per cause naturali.