Anziana derubata da falso tecnico della caldaia: spariti soldi e gioielli

L'equipaggio di una Volante della polizia (foto archivio)

Prato, la donna ha raccontato alla polizia che lo sconosciuto, italiano, con una scusa l'ha portata in un'altra stanza e poi le ha sottratto beni preziosi e denaro

PRATO. Le truffe agli anziani continuano ad imperversare. La mattina di martedì, intorno alle 11, un equipaggio delle Volanti interveniva presso un’abitazione del centro storico cittadino, non lontana da piazza San Marco, per segnalazione di furto con modalità truffaldine ai danni di un’anziana pratese, la quale riferiva che, poco prima, aveva
incautamente fatto entrare in casa un giovane, sicuramente italiano, presentatosi quale tecnico
addetto alla verifica della caldaia del riscaldamento.

Nel corso della sua presenza nell’abitazione, il giovane riusciva a convincere la ottantacinquenne a mostrargli dove l’anziana custodiva alcuni gioielli e denaro contante per circa 1.000 euro, distogliendo poi l’attenzione dell’anziana, portandola in un’altra stanza, quindi allontanandosi rapidamente dall’abitazione, facendo perdere le proprie tracce. Solo a questo punto la ottantacinquenne si rendeva conto di essere stata vittima del furto dei gioielli e del denaro mostrato in precedenza al falso tecnico, richiedendo l’intervento della Volante, fornendo agli agenti una descrizione del malfattore e riservandosi di formalizzare denuncia sull’accaduto.
La Questura sensibilizza come sempre l’utenza a porre particolare attenzione in situazioni
similari, richiamando la campagna informativa “Non siete soli #chiamatecisempre”, promossa
dalla Polizia di Stato, finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica, in particolare le fasce sociali
più esposte al rischio di truffe “a domicilio”, quali appunto quelle rappresentate dagli anziani, a
contattare tempestivamente le utenze di emergenza 112 e 113, ogni qual volta presso abitazioni si
presentano soggetti che per particolare contesto e motivazioni addotte possano dare adito al
sospetto di essere truffatori.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi