La massoneria dona alla città quattro tonnellate di pasta

La consegna dei buoni acquisto in Comune

I rappresentanti della loggia "Meoni e Mazzoni" hanno consegnato i buoni per l'acquisto al sindaco di Prato e alla presidente dell'associazione "Stremao"

PRATO. I rappresentanti della loggia massonica "Meoni e Mazzoni" hanno incontrato in palazzo comunale il sindaco Matteo Biffoni per donare alla città buoni utili per l'acquisto di 2,5 tonnellate di pasta alimentare. Oltre al Comune, destinataria della donazione è stata anche l'associazione di volontariato "Stremao" alla quale, nelle mani delle presidente Francesca Squilloni, sono stati consegnati buoni per un totale di 1,5 tonnellate di pasta da acquistare.

"Ringrazio per il gesto di generosità nei confronti della comunità e per la sensibilità dimostrata in questo momento così complicato in cui le richieste ai servizi sociali aumentano e in cui molte famiglie si trovano in difficoltà". Queste le parole del sindaco Matteo Biffoni durante l'incontro e la consegna.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi