Anziano multato per aver comprato un barattolo di vernice

Controlli della polizia stradale (archivio)

Il ferramenta può vendere il prodotto, ma se il cliente lo compra scatta la sanzione per l'uscita da casa. La rabbia della figlia: "Aveva chiesto il permesso alla polizia municipale e lo ha multato la polizia stradale"

PRATO. Il negozio di ferramenta può vendere la vernice, ma se un cliente ne va a comprare un barattolo rischia una salata multa. E' una delle assurdità che si stanno moltiplicando in questi giorni di controlli alla circolazione (il caso più clamoroso è accaduto in questi giorni a una famiglia di Grosseto che stava tornando a casa dopo aver portato la figlia leucemica a una visita di controllo a Pisa).

La disavventura stavolta è toccata a un pensionato di Carmignano, Giovanni Pagni, di 75 anni, che oggi, 20 aprile, è stato fermato da una pattuglia della polizia stradale che gli ha fatto una multa di 348 euro. La sua "colpa" è stata quella di essere andato a Seano, cioè dentro i confini comunali, per comprare un barattolo di vernice con la quale voleva sistemare la ringhiera di casa.

La notizia è stata diffusa su Facebook dalla figlia Sara Pagni. "Condivido con voi quanto successo oggi a mio padre che abita a Carmignano. Ha chiesto alla polizia municipale se poteva arrivare a Seano dal ferramenta e loro hanno detto che non c’erano problemi e anzi gli hanno anche dato indicazioni su dove si trova. Di ritorno dal negozio è stato fermato dalla polizia stradale e gli hanno fatto una multa di oltre 300 euro perché la vernice per loro non è un bene di prima necessità. Allora come ci si deve comportare?".

Dal Comune di Carmignano precisano che "ai vigili urbani il pensionato aveva detto che in ferramenta sarebbe andato a comprare anche un disinfettante, che è un bene di prima necessità, oltre alla vernice, e per questo gli era stato assicurato che ci poteva andare".