Coronavirus, il ragioniere, la centenaria, l'ex sindaco: le persone decedute in provincia di Prato

Se ne vanno nel buio, in silenzio, senza una mano da stringere, senza la carezza o lo sguardo di chi amano. Muoiono soli. Distanziati dalle lacrime di chi li piange ma noi vogliamo consentire a tutti di ricordarli. Ecco chi sono le vittime dell'infezione - L'INIZIATIVA 

Ilva Biancalani

Livia Biancalani era la "nonna" della casa di riposo di Comeana (Carmignano). Il prossimo 4 luglio avrebbe raggiunto il traguardo dei 100 anni, ma non ce l'ha fatta. L'anziana ospite della Casa accoglienza anziani accanto alla chiesa di San Michele è morta nella notte del 16 marzo senza purtroppo poter avere alcun parente attorno a sé visto che la struttura rimane al momento chiusa ai visitatori esterni. La nonna era costretta da tempo in uno stato quasi vegetativo e già da tre mesi aveva avuto diverse crisi respiratorie. - L'ARTICOLO

* * *

Guido Nucci aveva 89 anni e anche lui era ospite dalla casa di riposo di Comeana, dove si erano registrati 8 tamponi positivi tra gli anziani. Guido è morto il 19 marzo all’interno della struttura di via Machiavelli, confortato almeno dall’affetto dei parenti. Da tempo era infermo.

* * *

Angelo Grazzini

Angelo Grazzini aveva 58 anni e viveva a Montemurlo con la moglie l'anziana madre in via Fermi a Fornacelle. A Montemurlo era una persona molto conosciuta da tutti, impegnato in politica con Sì Toscana a Sinistra. Il padre era stato sindacalista e lui, dopo una vita di lavoro nelle Marche, circa 10 anni fa aveva deciso di rientrare nella sua Montemurlo per assistere i genitori malati. Dall’inizio del 2020 era andato in pensione dopo aver lavorato come ragioniere in una ditta di trasporti al Macrolotto. "Angelo era una persona di grande onestà e correttezza - lo ricorda il presidente del circolo Arci Tamare-Meucci, Alessio Laschi  - Era un uomo convintamente di sinistra, con profondi valori. Laico tanto da essere iscritto all’Uar, l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti italiani. Era appassionato di scacchi, di dama, di enigmi di giochi di logica. Un uomo tutto d’un pezzo, un grande amico che ci mancherà moltissimo".

L'ARTICOLO

* * *

Paolo Cecconi

Paolo Cecconi, 64 anni, Vernio. Ex sindaco di Vernio è stato tra le "colonne portanti" del Comune. Laureato in Filosofia è sempre stato impegnato nella pubblica amministrazione con diversi incarichi: assessore dal 1980 e poi sindaco per tre mandati, dal 1990 al 1995 e dal 2004 al 2014. Cecconi era stato anche assessore del Comune di Pescia, dal 2014 al 2016. La figlia Giulia ha raccontato che il padre era in cura anche per altre patologie. Il ricordo del sindaco di Vernio: «È stato un amministratore attento e appassionato». - L'ARTICOLO

* * *

Un uomo di 81 anni di Prato è morto all'ospedale di Prato il 17 marzo. La notizia verrà data due settimane dopo.

* * *

Il 19 marzo all'ospedale di Prato è morta una donna pratese di 100 anni. Anche questa notizia verrà data due settimane dopo.

* * *

Un uomo di 88 anni, pratese, morto il 20 marzo

* * *

Una donna di 75 anni morta il 22 marzo

* * *

Danilo Manni,80 anni, era un concentrato di di pura creatività. La sua ultima "opera d’arte", immortalata in un post su facebook della casa di riposo di Comeana risale al 24 febbraio. Un mese dopo il coronavirus se l’è portato via. E’ morto tra il 23 e il 24 marzo all’ospedale Santo Stefano, dove era stato ricoverato nei giorni precedenti. Abitava a Seano, prima di diventare un ospite della residenza di Comeana. La sua era una presenza viva soprattutto nelle attività di laboratorio, raccontano nella struttura nata nel 1995 a due passi dalla chiesa del paese. - L'ARTICOLO

* * *

Mirello Mazzanti aveva 75 anni ed era originario di Signa. E' morto all'ospedale di Prato nella notte tra il 25 e il 26 marzo. Anche lui era un ospite della casa di riposo di Comeana. Era ricoverato da un settimana dopo essere risultato positivo al tampone insieme ad altri sette anziani della Rsa. E' il quarto morto tra gli ospiti della struttura.  - L'ARTICOLO

* * *

Alfredo Gallorini

Alfredo Gallorini, 81 anni, di Montemurlo.  Cercava un lavoro e una vita migliore. Per questo negli anni ’60 si era trasferito, con la famiglia, da Castiglione Fiorentino a Montemurlo. Per tanti anni è stato dipendente del Comune: tutti i giorni guidava il camion della nettezza urbana. Era un uomo pacato, cordiale, amico di tutti e da tutti benvoluto. Gallorini era stato anche un volontario e si era impegnato nelle attività del Circolo Arci "Tamare Meucci" di Montemurlo. Non era sposato e viveva col fratello e la cognata. - L'ARTICOLO

* * *

Un uomo di 86 anni, di Prato, morto il 23 marzo in ospedale.

* * *

Una donna di 93 anni, di Prato, morta il 26 marzo in ospedale.

* * *

Raffaello Belli insieme alla moglie Luana

Un uomo di 86 anni, di Cantagallo, morto il 29 marzo in ospedale. Raffaello Belli  era ricoverato da tempo per altre patologie e al quadro clinico già complicato si era aggiunta poi l’infezione da Coronavirus. Residente a Carmignanello, era molto conosciuto in paese – per tutti era “Lello” – e la sua scomparsa ha colpito tutti gli abitanti della frazione. - L'ARTICOLO

* * *

Giordano Paolini

Giordano Paolini, 80 anni, di Iolo, molto conosciuto nell'ambiente del ciclismo, è morto il 29 marzo in ospedale. Paolini era stato un'operaio tessile ma soprattutto un appassionato di ciclismo tanto da essere considerato uno dei più conosciuti direttori sportivi e bravo a commentare anche le gare ciclistiche. - L'ARTICOLO

* * *

Maria Pia Cambi, 94 anni, di Prato. È deceduta il 30 marzo all'ospedale di Prato.

* * *

Maria Lucia Scaringi, 94 anni residente a Campi Bisenzio ma ospite della rsa di Comeana da qualche anno, e è morta il 30 marzo sera all’ospedale di Prato.

* * *

Una donna di 91 anni residente a Prato è deceduta il 31 marzo all'ospedale Santo Stefano di Prato.

* * *

Il 1° aprile è deceduto all'ospedale di Prato Pietro Ceccherini, aveva 80 anni.

* * *

Il 3 aprile è deceduta in ospedale Romanella Neri, aveva 78 anni, era originaria di Castelfiorentino e residente a Prato.

* * *

Il 3 aprile è morta in ospedale Isolina Gaggetti, 95 anni, alla casa di riposo Casa Serena di via Chiarugi a Mezzana.

* * *

Il 4 aprile è morta nella sua abitazione di Prato Giovanna Casu, 89 anni. Aveva frequentato il centro diurno della casa di riposo di Comeana. La notizia del decesso è stata data dai familiari, l'Asl non l'aveva comunicata.

* * *

Il 6 aprile è morto un uomo di 79 anni di San Giorgio a Colonica.

* *

Maria Chiaramonti, 90 anni, di Prato. È morta il 9 aprile all'ospedale di Prato. La donna era ospite della casa di riposo Casa Serena di Mezzana.

* * *

Il 10 aprile all'ospedale di Prato muore una donna pratese di 87 anni.

* * *

Il 10 aprile all'ospedale di Prato muore una donna pratese di 90 anni.

* * *

Il 10 aprile all'ospedale di Prato muore un uomo di Carmignano di 85 anni.

* * *

Per lasciare un ricordo o inviare una foto di una delle vittime potete inviare una mail a web@iltirreno.it specificando nell'oggetto: "memoriale coronavirus".