La banda dei garage colpisce a Iolo. Sparite decine di bici

I segni lasciati dai ladri su uno dei garage di Iolo

Prato, nelle ultime due settimane i ladri hanno messo a segno numerosi colpi nei seminterrati: ecco come difendersi

PRATO. Nelle ultime due settimane la banda dei garage sembra aver preso di mira la zona di Iolo. I residenti infatti segnalano numerosi furti nei garage interrati dei palazzi e i carabinieri confermano di aver ricevuto diverse denunce.

La tecnica è quella ben collaudata del buco praticato accanto alla serratura in lamiera del box, con la variante delle alette. In altre parole i ladri, che colpiscono sempre di notte, si introducono nei seminterrati e poi fanno il giro dei garage. Non li aprono tutti: prima forzano le alette di aerazione dei box e con una torcia elettrica controllano se all’interno ci sono cose di valore. Solo in questo caso procedono alla forzatura della porta basculante praticando un foro accanto al blocco della serratura e sbloccandolo dall’esterno, presumibilmente con un gancio.
Un residente nella zona di Garduna segnala il furto avvenuto nel suo garage, dal quale sono state prelevate tre biciclette di valore. «Hanno colpito domenica 17 e anche la domenica successiva - racconta - Alla caserma dei carabinieri c’era la fila delle persone che volevano denunciare un furto». Secondo questo residente sarebbero almeno 20 le biciclette rubate negli ultimi giorni e sul 40% delle porte basculanti dei garage ci sarebbero i segni dei furti o dei tentati furti (le alette dell’aerazione piegate).

Ci sarà un po’ di lavoro per i fabbri nei prossimi giorni. Nessuno infatti pensa di poter fare la guardia al garage durante la notte e le telecamere servono a poco, visto che i ladri in genere agiscono col volto coperto. L’unica soluzione per rendere loro la vita più difficile è quella di installare una placca di metallo intorno al blocco della serratura dei box, oppure una protezione interna che impedisca al gancio di arrivare al meccanismo di sblocco.
In tutta Prato, non solo a Iolo, i fabbri hanno ormai imparato quali sono i sistemi più sicuri e spendendo poche decine di euro si riesce a mettere un freno ai furti nei garage, una tipologia di reato che si ripresenta regolarmente, cambiando solo la zona dove la banda decide di agire.