Tari ridotta nel 2019 e strade più sicure

Gli auguri della giunta comunale di Prato alla città

La giunta comunale di Prato ha illustrato i principali obiettivi da raggiungere entro la fine della legislatura

PRATO. Il regalo di Natale per le tasche dei pratesi se l’è fatto scappare l’assessora al bilancio Monia Faltoni. Sua è la promessa che la Tari diminuirà nel 2019, a vantaggio di cittadini e imprese. «Ciò è possibile grazie alla nostra lotta di contrasto all’evasione: nel 2018 abbiamo recuperato 751mila euro, il miglior risultato nazionale dopo Milano e Genova in termini assoluti, il primo in termini percentuali».

Conferenza stampa di fine anno in Comune, l’ultima di questa legislatura. Riflettori accesi sulle cose già fatte ma soprattutto sulle cose da fare nei prossimi sei mesi, ben sapendo che alcune opere pubbliche (parco centrale e sottopasso al Soccorso) vedranno la luce dopo le prossime amministrative. 

90 alloggi in arrivo. È uno dei capitoli di spesa più consistenti del bilancio con un budget annuale di 1,3 milioni di euro per l’emergenza alloggiativa. Presto sarà superato il modello dell’affittacamere per le persone senza un tetto (al momento sono 650). Nasceranno un centro di accoglienza per donne sole o con minori nel casone di Iolo-Garduna e una struttura per uomini nell’ex asilo di via Fiorentina: in corso le gare per gestire le due strutture. E a San Giusto, in piazza Gelli, si trasferirà il Centro per le famiglie che lascerà i servizi sociali di via Roma. Si arricchisce infine il patrimonio di edilizia residenziale pubblica: saranno assegnati 45 alloggi di cui 29 in piazza Gelli e 11 in a Montemurlo. Oltre a questi il Comune sta sistemando 25 appartamenti di risulta, case popolari bisognose di ristrutturazione.


Strade piú sicure. Ancora cantieri in vista sulle strade. Due i principali nel 2019: sarà realizzata la nuova viabilità a Maliseti (2 milioni di euro) e la complanare via Nenni-via del Purgatorio (1,2 milioni) oltre ad altri interventi minori. «Ci saranno dei disagi ma il nostro obiettivo sono strade più sicure abbattendo il tasso d’incidentalità», sottolinea l’assessore Filippo Alessi.

Lavori in corso. Il 2019 sarà cruciale per l'abbattimento del vecchio ospedale (i mezzi per la demolizione sono in arrivo) mentre si procederà alla cantierizzazione del tunnel al Soccorso. Finiranno a settembre i lavori per il mercato coperto mentre sono in corso i lavori per la medialibrary al Macrolotto 0.

Nuovo ingresso per il Pretorio. Il 2019 sarà l’anno della gestione integrata dei servizi museali di Pecci, Pretorio, Opera del Duomo, Cattedrale, Museo del Tessuto. E il Pretorio avrà un nuovo ingresso, come da progetto originario di Gae Aulenti, di fronte alla fontana del Bacchino.

Scuola piú inclusiva. Oltre 9milioni di lavori sulle scuole nel 2019: sarà completata la nuova materna di Ponzano, al via l'ampliamento della primaria Poli e della Bruni a Casale. Stanziate risorse pari a 630mila euro per il progetto “Famiglia” per contrastare il disagio degli alunni più fragili segnalati dagli istituti comprensivi.

Economia circolare. Si terrà dal 21 al 24 marzo il Festival dell’economia circolare nella capitale del riuso e del riciclo che, a partire dal tessile, è sempre stata Prato. «Sarà un evento di rilievo internazionale e avremo testimonial importanti», annuncia l’assessora Daniela Toccafondi.

Scarti tessili. Prato chiama, Roma non risponde. Biffoni lancia una frecciata all'esecutivo gialloverde. «Nella legge di stabilità mancano le norme sul riciclo – sottolinea il sindaco Biffoni - Lo trovo incomprensibile. Spero in un passo indietro del governo».