Sicurezza, la Lega Nord di Prato ricevuta al Viminale

La delegazione della Lega Nord pratese a Roma

Una delegazione guidata dalla segretaria Patrizia Ovattoni ha incontrato il sottosegretario all'Interno Nicola Molteni

PRATO. I problemi di Prato sotto la lente d'ingrandimento del Viminale. Nella giornata di martedì 24 luglio, una delegazione della Lega Nord è stata ricevuta dal sottosegretario all'Interno Nicola Molteni (presente anche il suo collega agli esteri Guglielmo Picchi), per esporre e trattare le gravi criticità di Prato in tema di sicurezza.
“È da tempo – afferma la segretaria pratese del Carroccio, Patrizia Ovattoni – che mi sto interessando, in maniera attiva, alla  sicurezza di Prato a causa della forte presenza di criminalità e degrado che persiste drammaticamente da anni nei quartieri della nostra città. Ho ritenuto indispensabile recarmi a Roma, con una mia delegazione, per sottoporre all'attenzione del ministero dell'Interno, nella persona del sottosegretario Molteni, la situazione pratese. Nel corso del colloquio sono state trattate le criticità riguardanti Prato sulla sicurezza, criticità dettagliatamente descritte all'interno di un nostro dossier che, nell'occasione, abbiamo consegnato direttamente nelle mani dell’onorevole Molteni”.

Come riporta una nota della Lega Nord, il sottosegretario Molteni avrebbe preso atto della realtà in cui versa Prato, “riconoscendo l'esigenza di apportare degli interventi tesi a incrementare e migliorare la sicurezza locale”. Inoltre il ministero dell'Interno starebbe operando una revisione a livello nazionale del dipartimento della pubblica sicurezza con riferimento alla situazione pratese.


“Per quanto riguarda le affermazioni rilasciate dall'esponente del Pd Antonello Giacomelli, secondo il quale la Lega urla domande e non ha risposte, replichiamo affermando che la Lega fa poche chiacchiere e molti fatti sia sul piano locale che nazionale. Da un lato c'è il nostro ministro dell'Interno che, in pochissimo tempo, ha ottenuto risultati straordinari e dall'altro abbiamo a Prato una Lega che è sempre in mezzo ai cittadini e che per risolvere i gravi problemi della città non indugia a portarli all'attenzione del Governo. Ovviamente, ricordiamo a Giacomelli che oggi la Lega si ritrova a dover affrontare un cammino lungo e tortuoso a causa di sette anni di malgoverno e di un esecutivo di cui lui stesso ha fatto parte. Presumo – conclude Ovattoni – che Giacomelli sia costretto a certe affermazioni vista la grave crisi che sta passando il suo partito. Forse farebbe bene a riflettere prima di parlare perché pensare di rimediare al disfacimento del Pd attaccando la Lega è solo un'illusione”.