Uccide la ex, una testimone: "Ho sentito gli spari e li ho visti nel parcheggio" - Video

Una vicina di casa di Elisa Amato ha assistito in piena notte, a Galciana di Prato, al momento in cui il fidanzato la caricava di peso in auto dopo averle sparato

Uccide l'ex fidanzata, la vicina: "Ho sentito gli spari e mi sono alzata"

VIDEO. La testimonianza della vicina

PRATO. "Ho sentito distintamente tre colpi di pistola. Ho guardato l'orologio, erano le 3,05. Mi sono precipitata alla finestra e ho visto tutta la scena". A parlare è una giovane donna che abita proprio davanti alla casa di Elisa Amato, la giovane uccisa dall'ex fidanzatoFederico Zini, poi trovato morto suicida.

Uccide l'ex fidanzata e poi si toglie la vita: i cadaveri in un'auto

VIDEO. Qui sono stati trovati i cadaveri

Siamo a Galciana in via Brasimone, una strada tranquilla non lontana dall'ufficio postale. "Quando mi sono affacciata - racconta Martina C. - Li ho visti per strada. O meglio, c'era lui che si agitava intorno a una persona a terra, penso fosse lei, accanto alla macchina. La prendeva a calci, si agitava. Poi l'ha presa e l'ha messa a forza in macchina facendola passare dalla parte del guidatore. Non pensavo che fosse morta, pensavo che andassero via per chiarirsi. Ora mi chiedo che cosa avrei potuto fare".

Uccisa dall'ex, l'amica: "Eravamo tutti preoccupati per la situazione"

VIDEO. L'amica di Elisa

Probabilmente non sarebbe cambiato nulla perché a quel punto Elisa quasi certamente era già morta. "Prima di andare via - racconta ancora la testimone - Lui è sceso dalla macchina ed è andato a raccogliere qualcosa per terra (forse i bossoli, forse il telefono cellulare, ndr). Poi è risalito e si è allontanato senza fretta. Anche per questo ho pensato che non fosse successo nulla di irreparabile".

L'auto di Federico Zini viene portata via dal parcheggio di Galciana