Per ritorsione spaccano tutte le vetrate di un fast food

Il fast food devastato da due giovani pakistani (foto Sproviero-Batavia)

Prato, la notte folle di due giovani pachistani che, dopo una rissa in un locale di viale Vittorio Veneto, prendono un tombino e fanno danni per migliaia di euro. Scattano tre denunce

PRATO. Hanno mandato in frantumi le vetrate del fast food "Chicken taste" di viale Vittorio Veneto per ritorsione. Un danno ingente di diverse migliaia di euro. Gli autori dell'atto vandalico, ripreso dalle telecamere, sono quattro giovani pachistani, uno dei quali aveva innescato una rissa all'interno del locale la sera di lunedì19. Il litigio era scaturito fra un pachistano e un senegalese che stava cenando. Il pachistano ha spaccato una bottiglia in testa al senegalese, la collutazione è poi proseguita fuori dal locale. A questo punto i titolari del fast food hanno richiesto l'intervento dei carabinieri e del 118. I feriti sono stati accompagnati al pronto soccorso. Una volta medicati però i due pachistani protagonisti della rissa sono tornati nel viale Vittorio Veneto insieme a due connazionali e con un tombino hanno danneggiato tutte le vetrate senza però sfondarle.

Il fast food devastato da due giovani pakistani (foto Sproviero-Batavia)

Al termine degli accertamenti, i carabinieri del Nucleo radiomobile hanno denunciato per lesioni aggravate il pachistano e il senegalese che si sono picchiati dentro e fuori dal fast food. Denunciato anche uno dei quattro pachistani che alle 3,30 di notte sono tornati in viale Vittorio Veneto e hanno danneggiato le vetrine del locale. Si tratta di un ventenne che era già stato identificato dai carabinieri durante l'intervento per sedare la prima lite. Sono in corso le ricerche dei complici.

Il fast food devastato da due giovani pakistani (foto Sproviero-Batavia)