Dislessia: a Prato 34 laboratori, punto d'ascolto, novanta incontri

Presentato il programma 2018 della sezione Aid di Prato

La sezione Aid di Prato ha presentato il suo programma 2018 che offre opportunità per tutti. Il primo appuntamento è dedicato ai genitori e si svolge lunedì 29 gennaio alle 21 nella sede Aid di via Galcianese

PRATO. Risorse per tutti è un regalo della sezione di Prato di AID (Associazione Italiana Dislessia) alla città. Con tanto lavoro generoso da parte dei volontari, in larga parte genitori, e grazie alla capacità - non scontata di questi tempi - di mettere insieme decine di persone tra tutor, docenti, medici e di far incontrare istituzioni e soggetti privati, la sezione Aid di Prato ha presentato il suo programma 2018 che offre davvero opportunità per tutti.

Risorse per tuttisi regge su una rete virtuosa. A sostegno del progetto di AID ci sono il Comune di Prato, la Regione, la Provincia, il ministero dell’Istruzione con l’ufficio scolastico regionale, la Asl Toscana Centro. A presentare il programma 2018  a Palazzo Buonamici, la presidente dell’AID Prato Manuela Zacchini, con l’assessore alla Scuola del Comune di Prato Mariagrazia Ciambellotti e la vice presidente della Provincia Paola Tassi, insieme a Maria De Simone dell’ufficio scolastico provinciale e Silvia Danti di Radio Nocciolina.

“Tutto questo è stato realizzato con la collaborazione e la grande disponibilità di tanti professionisti - mette in evidenza Manuela Zacchini – abbiamo intitolato il calendario Risorse per tutti pensando che l’unione produce risorse, riuscendo a creare una rete importante”.

“Un calendario che offre iniziative davvero interessanti anche alle scuole superiori, un contesto dove è fondamentale, ma anche più complesso, dare risposte complete alle difficoltà”, ha detto Paola Tassi. Per l’assessore Ciambellotti “il progetto dell’associazione ha il merito di coinvolgere tutti i soggetti, dalla famiglia alla scuola, che intervengono nel processo di formazione dei ragazzi”.

Il primo appuntamento è dedicato ai genitori e si svolge lunedì 29 gennaio alle 21 nella sede Aid di via Galcianese. Si parlerà dell’opportunità rappresentata dal beneficio dell’indennità di frequenza con gli avvocati Francesco Chetoni e Francesca Raffaele e la psicologa Christina Bachmann.

Trentaquattro laboratori con 38 docenti e tutor, 90 appuntamenti rivolti ai ragazzi, un punto d’ascolto e tantissime iniziative rivolte a insegnanti e genitori con l’obiettivo di migliorare il rapporto dei ragazzi con la scuola e la qualità stessa dell’istruzione.

I laboratori sono interamente gratuiti. Propongono informazione sugli strumenti tecnologici, strategie di studio su discipline come la matematica e l’inglese, strategie per la produzione di un testo scritto, accompagnamento per l’esame di maturità, strumenti di didattica inclusiva per le lingue straniere. Radio Nocciolina offrirà ai bambini l’opportunità di sperimentarsi come speaker, un’esperienza che può essere d’aiuto per aumentare la consapevolezza e la fiducia in sé stessi. Ai genitori vengono proposti percorsi per essere informati e consapevoli, mentre per i docenti ci sono anche incontri specifici sui temi della diagnosi, l’utilizzo della tecnologia e anche la didattica delle lingue.

Le scuole coinvolte nel calendario sono gli istituti Convenevole, Marco Polo, Pier Cironi, Puddu, Malaparte, Primo Levi, Brunelleschi, Datini, Rodari e Gramsci-Keynes. In ogni scuola c’è un punto d’informazione e da quest’anno anche un’attività di formazione per i docenti.

L’anno passato, con un calendario che metteva insieme una ventina di laboratori, i ragazzi che hanno frequentato sono stati circa 350 e altrettante le famiglie coinvolte. 

Per info: Aid- Sezione Prato, tel. 392 – 4356353/prato.aiditalia.org