La scuola è sempre più digitale

In duemila a Officina Giovani per la seconda edizione della giornata dedicata all’apprendimento

PRATO. Oltre duemila tra ragazzi, insegnanti e curiosi di tutte le età sono intervenuti ieri a Officina Giovani per partecipare alla seconda edizione della giornata dedicata all’apprendimento digitale.

L’iniziativa rientra nella più vasta politica degli investimenti del Comune di Prato sull’innovazione, includendo in maniera attiva le scuole. Nel corso di una conferenza stampa sono stati illustrati i piani di investimenti che hanno interessato le scuole pratesi, in particolare per il cablaggio delle aule. «Dal 2014 a oggi sono stati investiti quasi 1 milione e mezzo di euro per cablare tutte le scuole medie del territorio e, grazie al contributo dei bandi Pon ministeriali, anche le scuole elementari – ha sottolineato l’assessore Squittieri –. Là dove le primarie si trovano nello stesso istituto comprensivo della scuola dell’infanzia anche i bambini della fascia 3-5 anni possono usufruire dell’infrastruttura digitale. Useremo le risorse del 2017 per riuscire a coprire tutti gli istituti e completare il progetto».

«Le infrastrutture digitali, le nuove tecnologie e l’innovazione nella scuola sono gli strumenti più all’avanguardia per mettere tutti i ragazzi nelle condizioni di poter imparare in maniera inclusiva. Una giornata come questa è l’occasione per insegnanti e genitori per scoprire la grande potenzialità del mondo digitale per i bambini e gli strumenti per capire fino a in fondo cosa significa oggi il digitale – ha dichiarato il sindaco Matteo Biffoni – In maniera divertente e curiosa si affronta il tema dell’apprendimento inclusivo nelle nostre scuole. Dare a tutti gli strumenti più adeguati per imparare e capire significa creare le basi per crescere cittadini consapevoli».

Tutte le scuole di Prato hanno rinnovato i propri siti internet utilizzando Wordpress e seguendo i medesimi criteri sia sul fronte della forma sia dei contenuti. Un lavoro reso possibile grazie alla Rete Civica del Comune che si è occupata di fornire gli strumenti alle singole scuole e di formarne i referenti per la comunicazione.

Da oggi ad Officina Giovani, dove si è svolta la manifestazione, sarà possibile collegarsi con Wi-Fi-Italia, il progetto del governo nato per connettere cittadini e turisti. Alla giornata era presente anche il sottosegretario al Ministero dello Svilippo economico Antonello Giacomelli.

Oltre 30 i laboratori che hanno animato Officina Giovani: durante la giornata i professionisti del settore hanno permesso agli insegnanti di arricchire e integrare le conoscenze sul tema dei DSA, sviluppare nuove strategie di studio e apprendimento con una proposta di didattica inclusiva digitale che sia in grado di soddisfare ogni bisogno educativo speciale. Un tema fortemente sentito, tanto da registrare il tutto esaurito per i laboratori su didattica inclusiva, metodo di studio e autostima, workshop sull’insegnamento delle lingue straniere, su discipline umanistiche e scientifiche, e ai tavoli di confronto su metodi di insegnamento utilizzati e supporti informatici.