Spaccio di eroina: tre persone arrestate

La conferenza stampa della Squadra mobile in questura (foto Batavia)

Prato, sequestrato un chilo e 200 grammi di sostanza stupefacente. Se immessa nel mercato la droga avrebbe fruttato 120mila euro

PRATO. La polizia ha arrestato tre cittadini nigeriani di 27, 28 e 33 anni, tra cui una donna, con l'accusa di essere spacciatori di eroina. L'operazione è stata compiuta dalla squadra mobile insieme alla Municipale della Valbisenzio e ha portato al sequestro di numerosi ovuli.

Tra gli arrestati, di cui la Questura non ha reso noti i nomi, c'è un trentatreenne già conosciuto dalla polizia fin dal 2015 come spacciatore. Nel frattempo l'uomo aveva fatto un salto di qualità e da alcuni mesi si era stabilito nel comune di Vaiano, in una zona difficilmente raggiungibile. L'uomo è stato controllato sabato mattina, 19 agosto. Nell'abitazione c'era anche un connazionale di 27 anni che è stato trovato mentre stava pulendo quello che aveva appena espulso: tre ovuli di eroina. Altri 45 li aveva nello stomaco e ora è piantonato in ospedale. Complessivamente è stato sequestrato un chilo e 200 grammi di eroina per un totale di oltre 100 ovuli che al dettaglio avrebbero fruttato un guadagno di 120.000 euro. Sequestrati anche 5.000 euro in contanti, prevalentemente in banconote da 20 euro, che è il prezzo standard di una dose.

I tre nigeriani sono tutti titolari di permesso di soggiorno. La polizia ritiene che l'ovulatore abbia fatto rifornimento di eroina in Olanda e che non si sia spostato in aereo, ritenuto un mezzo poco sicuro perché più controllato.

La droga e i soldi sequestrati dalla polizia (foto Batavia)

La droga sequestrata dalla polizia (foto Batavia)