Svaligiati un bar e una gelateria: cinque furti in pochi mesi

I segni lasciati dai ladri al Bar Ercole di viale Montegrappa (foto Batavia)

Nel mirino dei ladri sono finiti il Bar Ercole di viale Montegrappa e la gelateria Al Bacio di via di Cantagallo a Villa Fiorita

PRATO. Terzo furto in nove mesi ai danni del Bar Ercole di viale Montegrappa, il locale che si trova dietro al comando provinciale della guardia di finanza. Nella notte tra sabato 8 e domenica 9, tra le 4 e le 4.30, qualcuno ha sfondato la porta che dà sulla galleria interna e ha fatto man bassa di tutto quello che ha trovato all’interno del bar. Secondo un dipendente del locale, interpellato ieri mattina, il danno è di alcune decine di migliaia di euro, tra il valore della merce portata via e il costo delle riparazioni.

Hanno sradicato una cassaforte da un mobile, hanno portato via un carico di sigarette del valore di oltre 10.000 euro e centinaia di “gratta e vinci” per un valore, anche in questo caso, di oltre 10.000 euro. Come sacchi hanno usato le coperture in tessuto di alcune sedie del locale. L’allarme è scattato dopo le 4 e la vigilanza privata ha subito avvertito la polizia, ma quando le forze dell’ordine sono arrivate sul posto i ladri erano già scappati. Non ci sono telecamere e dunque nemmeno immagini di ladri. Il locale però è assicurato contro i furti. Il Bar Ercole di viale Montegrappa era stato già visitato dai ladri a ottobre e poi ancora a novembre. Sono poi passati otto mesi di relativa calma e siamo alle solite. I ladri probabilmente hanno approfittato dal fatto che nello stabile del bar e in quelli adiacenti ci sono soltanto uffici e dunque di notte i rumori del furto non sono stati sentiti da nessuno.

La finestra da dove è passato il ladro che ha fatto il furto alla gelateria

Nella stessa notte è stato compiuto un furto anche ai danni della gelateria Al Bacio di via di Cantagallo 77, a Villa Fiorita. «Eravamo già stati derubati nello scorso mese di marzo - racconta Francesco Magazzini, uno dei titolari - E anche in quell’occasione erano venuti la notte del sabato. Sono passati dallo stesso posto, cioè da una finestra a vasistas che è sopra alla porta d’ingresso. L’altra volta l’hanno rotta, stavolta invece no, è per questo che pensiamo che il ladro sia di corporatura molto agile». In questo caso i danni sono inferiori. È sparito il fondo cassa di circa 200 euro, ma rimane l’amarezza dei titolari che nel giro di quattro mesi hanno già subìto due furti.
L’intrusione è stata scoperta alla riapertura del locale, intorno alle 8.15, e subito denunciata alla polizia. «Questa zona è un po’ presa di mira negli ultimi tempi - recrimina Francesco Magazzini - È toccato anche ad altri. Ora saremo costretti a mettere un allarme».